Comunicato Stampa: Il future jazz di Rainer Truby al Borsa club di Mantova

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Sabato 13 gennaio, al Borsa club di Mantova, il future jazz di Rainer Truby


Sara' Rainer Truby (www.myspace.com/rainertrueby) il super guest della settimana al Borsa club di Mantova.

Capostipite del progetto teutonico della Compost records, che risponde al nome di A Forest Mighty Black, di stanza a Friburgo, nel cuore della Foresta Nera, Truby e' un autentico Vinyl-junkie. Attingendo dalla sua immensa collezione di dischi, ha realizzato le straordinarie compilation di fusion europea Glucklich (Vol. I, II) e la Nitrogen-Trip Hop Sources From The Past con Placebo e Michael Bundt, sempre per la Compost Records. Dopo la separazione da A Forest Mighty Black, Rainer Truby si e' dedicato anima e corpo ad un suo progetto solista, sotto l'egida della Compost: il Truby Trio (con Christian Prommer e Roland Appel dei Fauna Flash)
Il suo stile si colloca tra jazz, brazil, house, boogie e downbeat.

Dj di fama internazionale, apprezzatissimo dai colleghi inglesi, e' regolarmente ospite dei piu' importanti locali e festival d'Albione (Blue Note, Bar Rumba, Brighton Jazz Bop, Phönix Festival, Jazz Cafe) e del resto del mondo.

Mercoledi' 10 gennaio, torna il funky-soul-jazz di Daniele Baldelli (www.danielebaldelli.com), il Mettidischi, come ama definirsi, colui che incarna la storia della discoteca in Italia. Baldelli puo' tranquillamente essere considerato il padre del djing italiano. Venerato dai colleghi per il suo stile inimitabile e seguito da frotte di fedelissimi fans che si spostano da un club all'altro della penisola, Daniele Baldelli sta vivendo una vera e propria seconda giovinezza. Riscoperto di recente dalla stampa specializzata internazionale, si e' esibito al Plastic People e in altri locali di Londra, dove ha ricevuto un'accoglienza da star da Tim Lawrence, autore del libro Love save the day, e tra poco sara' di nuovo on the road, per una mini tournee in nord Europa.

Venerdi' 12 gennaio, ancora una volta dedicato all'italo-disco del grandissimo dj Rocca (www.djrocca.com; www.myspace.com/ajello), Mammasantissima della scena electro italiana ed europea e contitolare del pluricelebrato progetto Ajello, insieme a Fabrizio Taver Tavernelli. Dj Rocca, al secolo Luca Roccatagliati, muove i primi passi coi Bossa Nostra, una delle realta' seminali per l'acid jazz italiano. Nel frattempo, la sua passione per il jazz (suona sax e flauto traverso), vira verso la musica elettronica e il djing. La residenza al Maffia Club, punto di riferimento assoluto per tutta la scena leftfield lo porta a dividere il palco con i pesi massimi della scena internazionale: Dj Krush, Goldie, Fatboy Slim, Roni Size, James Lavelle, Howie B, Lamb, Red Snapper, Coldcut, Leftfield, 4 Hero, Dimitri From Paris, Les Rythmes Digitale and many more. Oltre a suonare in vari club italiani, Dj Rocca ha girato i dischi al Dub Club in Svizzera, ed al Into Something di Monaco, fino al Bar Rumba di Londra, alla mitica serata That's How It Is, insieme a Ross Allen e Ben Wilcox, e al Movement, autentico tempio della drum'n'bass, con Bryan Gee e Roni Size cosi' come ad Hospitality, serata della Hospital Records. Come produttore, invece, Rocca si guadagna un grosso rispetto anche in ambito europeo con progetti come: DaLuq, 2Blue, Cane Matto e, soprattutto, Ajello. Di quest'estate l'ultima fatica discografica dal titolo Spasm Odissey, che ha raccolto lodi univoche sui magazine di tutta Europa.
Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.