Sony BMG, sulla validità della fusione l'Europa decide (forse) entro il 1° marzo

La parola finale della Commissione Europea sulla contrastata fusione tra Sony e BMG potrebbe essere pronunciata entro il 1° marzo prossimo: lo ha annunciato un portavoce dello stesso organo comunitario incaricato di vigilare sulla tutela della concorrenza e del mercato. I membri dell’Antitrust, riuniti a Bruxelles, stanno nuovamente passando in rassegna incartamenti, documenti e memorie riguardanti il “merger”, approvato dalla stessa Commissione nell’ormai lontano luglio 2004 (vedi News) ma poi rimesso in discussione dalla Corte Europea di 1° grado su iniziativa dell’organizzazione delle etichette indipendenti Impala, contraria all’operazione perché lesiva, a suo modo di vedere, della concorrenza e della libertà di scelta dei consumatori (vedi News).
L'Antitrust deve rivalutare la situazione sulla base delle attuali condizioni concorrenziali (diverse da quelle di due anni e mezzo fa), prendendo in esame quote di mercato, contratti artistici e altri indicatori della influenza che una e l'altra società esercitano sul mercato. Per questo è probabile che la Commissione abbia bisogno di approfondire l'indagine rinviando ulteriormente la decisione. Di questo avviso sono anche Sony e Bertelsmann, capogruppo delle due etichette discografiche, che sottolineano come la UE “potrebbe avere bisogno di più tempo per ottenere dati dettagliati sui prezzi e altre informazioni di mercato”, ma continuano a professare ottimismo su un esito a loro favorevole della vertenza "nei mesi successivi dell'anno".
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Massimo Bonelli (iCompany, Concerto del Primo Maggio)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.