Musica digitale, eMusic riduce l'offerta (invece di aumentare i prezzi)

Etichette discografiche e negozi di musica digitale, iTunes in primis, continuano a battagliare sul prezzo dei download. E forse proprio alla necessità di soddisfare le maggiori pretese della discografia si deve la decisione di eMusic di ridurre l’offerta contenuta nelle sue diverse formule di abbonamento. Sull’esempio di quanto è già in vigore da qualche mese negli Stati Uniti, infatti, anche in Europa la piattaforma diminuirà da febbraio il numero di mp3 (come sempre privi di protezione DRM) che i nuovi abbonati al servizio possono scaricare mensilmente: da 40 a 30 download per l’abbonamento “basic” (12,99 euro al mese), da 65 a 50 in quello “plus” (16,99 euro), da 90 a 75 in quello “premium” (16,99 euro). La nuova linea di condotta, che riflette una specie di “inflazione mascherata”, potrebbe proprio essere dovuta alle aumentate pretese dei fornitori (nel suo caso, le etichette indipendenti).
eMusic vanta attualmente un catalogo di due milioni di canzoni e 250 mila abbonati. La sua politica di vendita differisce da quella di Napster, definibile piuttosto come un “noleggio”: quest’ultimo infatti consente un accesso illimitato al suo catalogo on-line che però, essendo protetto da software DRM, una volta scaduto l’abbonamento non è più utilizzabile dall’utente.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.