Comunicato Stampa: Gli ‘A67 fra i protagonisti del 'docufilm' di Enrico Caira

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Gli ‘A67 fra i protagonisti di “VEDI NAPOLI E POI MUORI”, il DOCUFILM del regista napoletano ENRICO CARIA, un nuovo affresco corale sulle contraddizioni della vulcanica città fra mare e periferia, e di chi ci nasce, vive, crea, lotta, scappa...

“Un giornalista satirico e regista napoletano, emigrato a Roma negli anni ‘80 ai tempi della prima guerra di Camorra e del terremoto, colpito dal tanto sbandierato Rinascimento della sua città, decide di ritornare a Napoli. Ma non fa in tempo a godersi il bel centro storico tirato a nuovo, che in periferia scoppia la seconda guerra di Camorra… Già, esistono due Napoli: una col mare e una senza. Due lati della stessa medaglia che mostra ora il paradiso ora l’inferno.”

Enrico Caria (con Felice Farina e Luca Ralli) aveva precedentemente lavorato con gli ‘A67 per la realizzazione del loro primo videoclip (il brano omonimo “’A67”: www.a67.it/down.htm), fra i dieci finalisti di "Video Clipped The Radio Stars 2005" (il concorso Fandango/MEI/Kataweb); video-cartone che alle immagini della band intrecciava i disegni delle scuole elementari del quartiere cui era stato chiesto di rappresentare la Camorra.

Il film esce oggi a Napoli e nei prossimi giorni risale la penisola, a Roma e a Milano (sarà poi distribuito nelle edicole come dvd):
NAPOLI – Cinema Modernissimo – dal 25 Gennaio
ROMA – Cinema Nuovo Olimpia – dal 26 Gennaio
MILANO – Cinema Messico – dal 27 Gennaio

MINIBIO 'A67 (www.a67.it --- www.myspace.com/sessantasette)
Giovane rockband napoletana. Il loro nome in gergo indica la "167" ovvero la legge per l'edilizia popolare che ha dato il via all'edificazione nell’area nord di Napoli: Scampia, divenuta nota come teatro di un'accesa faida fra bande camorriste rivali. In questo magma di pulsioni, di eventi, di disagi, gli 'A67 sono una risposta, un urlo lacerante contro il silenzio colpevole di chi vuole l'emarginazione dell’individuo. Nel 2004 esordiscono con un ep e di lì vincono il premio SIAE fra gli emergenti segnalati dalla trasmissione "Demo" di RadioRai, partecipano ad alcune colonne sonore e a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche. Del 2005 è l'album “’A CAMORRA SONG’IO” (Polosud) - cui ha collaborato anche Daniele Sepe - in cui gli 'A67 giocano con le contaminazioni, l’eco propulsiva del Naples Power. Nell'estate 2006 sono fra i selezionati del Mantova Musica Festival e vincitori di "Voci per la libertà - Premio Amnesty", e parallelamente all'attività di concerti varano “ALIEN'AZIONE. Dallo spazio periferico dritti al centro”, uno spettacolo patrocinato da Amnesty International, di canzoni e racconti, portato in comunità di accoglienza, carceri, centri di assistenza psichiatrica, festival, cui partecipano numerosi ospiti speciali. Il lavoro del gruppo sta riscuotendo molto interesse anche all'estero, con servizi di France Presse (ripresa da decine di quotidiani nazionali in tutto il mondo), BBC World e BBC US, Rai International, TV Svizzera, Frankfurter Allgemeine Sonntagszeitung, Radio Pubblica Tedesca... EdelNet, divisione digitale di Edel Italia, distribuisce il disco su centinaia di piattaforme di download digitale e di telefonia mobile (fra cui Itunes).
Il video di “Voglie parlà”, la canzone che denunciando il muro di omertà camorrista ha vinto “Voci per la Libertà 2006”, realizzato assieme ad Amnesty con l’inserimento di immagini dei “muri tristemente famosi”, è su http://www.youtube.com/watch?v=SBxScKK8Aj0

Gli 'A67 sono:
Daniele Sanzone (Voce)
Andrea Verdicchio (Sassofono)
Enzo Cangiano (Chitarra)
Alfonso Muras (Basso)
Luciano Esposito (Batteria)
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Stefano Lionetti (TicketOne)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.