Chiara (di Paola & Chiara): 'Nel mio debutto solista un pensiero al Malawi'

E' in uscita "Nothing at all", il singolo solista di Chiara Iezzi, più conosciuta all'interno del duo Paola & Chiara. Il progetto ha sposato a pieno titolo il digitale, dato che il brano era già disponibile dallo scorso novembre nello store di iTunes e sui videofonini da dicembre. "Ho sempre avuto una spiccata propensione per le nuove tecnologie", spiega Chiara. "Credo che siamo di fronte ad un passaggio generazionale e tecnologico: sta accadendo al cd quanto era già successo al vinile. Probabilmente l'idea classica di disco diventerà sempre più vecchia". Poiché per Chiara non si tratta dell'inizio di una carriera solista, ma di una semplice parentesi, la distribuzione digitale è stata una logica conseguenza oltre che una semplice voglia di sperimentare. "In questo modo ho potuto raggiungere in modo diretto il mio pubblico e realizzare più velocemente le idee che avevo in mente".
"Nothing at all" è un brano scritto e prodotto da Chiara. Anche se l'autoproduzione è tipica della sua carriera con la sorella Paola, questo progetto solista ha messo in evidenza le sue caratteristiche: amore per la tecnologia, la ricerca della melodia e l'ispirazione da un modello come Madonna. "E' una canzone autobiografica, che racconta come dalla vita si possono imparare lezioni che ci spingono a ritrovare noi stessi". L'idea di "Nothing at all" è nata in un periodo di crisi durante il quale Chiara ha frequentato molto Londra e gli Stati Uniti. Da qui la scelta, "apparentemente ovvia ma del tutto inconsapevole", di cantare in inglese. Ed anche il video è stato girato a Londra. "Inizialmente dovevamo andare a Genova anche perché il regista, Maki Gherzi, è di quella zona. Poi quasi casualmente ci siamo ritrovati a Londra. L'ho considerato un segno del destino e quelle immagini sono riuscite a catturare perfettamente il mood del brano."
Ma questo progetto solista ha pure dei fini nobili. Infatti parte del ricavato della vendita digitale sarà devoluto alla ONG RaisingMalawi, un'organizzazione che aiuta i bambini orfani del Malawi. "La scorsa estate ho conosciuto una persona che mi ha sensibilizzato fortemente su questo problema. Così ho pensato che la canzone potesse veicolare un messaggio importante di solidarietà. Il Malawi è uno degli stati più poveri del mondo e anche un piccolo gesto come questo può essere importante."
Fra qualche mese, invece, verrà pubblicato il nuovo disco con la sorella Paola. "Uscirà il prossimo maggio e sono davvero soddisfatta. In questo lavoro abbiamo usato molto l'elettronica e suona anni Ottanta, nonostante abbia diverse influenze New Wave. Non vedo l'ora che venga pubblicato perchè è diverso dai lavori precedenti, ma si sposa perfettamente con il nostro desiderio di sperimentare e migliorare".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.