Comunicato Stampa: My Brightest Diamond in concerto a Milano

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

TRA NINA SIMONE, MUSICA CLASSICA ED OPERA, PJ HARVEY E I PORTISHEAD E CON LA BENEDIZIONE DEI SUOI AMICI ANTONY AN THE JOHNSONS E SUFJAN STEVENS ECCO UN NOME CHE CULLERA’ CON LA SUA VOCE INCREDIBILE, DAL VIVO


MY BRIGHTEST DIAMOND

Lun.19 febbraio – Milano @ La Casa 139
Dalle 21.30 – ingr. 10 euro con Tess. Arci
Mart. 20 febbraio – Torino @ Spazio 211

Una serata per scoprire l’incredibile talento di questa cantante che presenta Bring Me The Workhorse edito dall’etichetta Asthmatic Kitty di Sufjan Stevens

My Brightest Diamond è Shara Worden, giá collaboratrice di Sufjan Stevens, nipote di un chitarrista evangelista e viaggiatore, figlia di un campione nazionale di fisarmonica e di un'organista di chiesa. Tango spagnoli, gospel da domenica mattina, musica classica e jazz hanno accompagnato la sua vita quotidiana fin da bambina. Dopo il college, si trasferisce a New York City e si innamora dei suoi gelidi inverni e delle sue strade affollate. Continua a studiare opera nell'Upper West Side durante il giorno mentre la sera frequenta i clubs downtown come Tonic, Knitting Factory e The Living Room, assistendo alle esibizioni, tra gli altri, di Antony & The Johnsons, Nina Nastasia e Rebecca Moore.
Shara comincia a passare sempre meno tempo a leggere le partiture di Mozart e ad occuparsi sempre di piú di scordare la sua Gibson per suonare le sue nuove canzoni. Nelle sue performance, Shara mostra un versatilitá non comune che unisce la teatralitá vocale di Kate Bush, la seduzione sentimentale di Nina Simone e il pop gotico dei Portishead. La sua passione per il teatro e per i costumi la spinge poi ad indossare sul palco abiti da supereroe, vestiti da ballo e corsetti in stile Tudor a seconda dell'umore.

Le sue canzoni - profondamente personali - vanno oltre la melodrammaticitá propria dell'opera intesa come genere: Shara non fa altro che raccontare ció che è vicino al suo cuore ed inizia a vedere la sua musica come il regalo piú prezioso da offrire al pubblico...di qui il suono nome d'arte, My Brightest Diamond (il mio diamante piú brillante).
Naturalmente l'opera non viene mai del tutto abbandonata e le esibizioni di Shara assottigliano i confini tra recital e concerto rock, presentando canzoni d'amore barocche insieme a caroselli francesi e cover di Prince. Le sue linee vocali sono perfette per Puccini ma la sua chitarra richiama PJ Harvey. Anni dopo i suoi esordi live, Shara incontra Sufjan Stevens al The Medicine Show, uno show presentato dall'incendiario poeta newyorchese Sage presso l'Arlene's Grocery. Questo incontro porta Shara ad un anno sabbatico, durante il quale entra a far parte degli ormai celebri Illinoisemakers.
All'impressionante curriculum di My Brightest Diamond mancava peró ancora un album personale. Ed ecco che allora, nel 2005, Shara si mette a lavorare a ben due dischi: uno contenente canzoni accompagnate da un quartetto d'archi ("A Thousand Shark's Teeth") e un altro piú standard rock con una full band (con Earl Harvin alla batteria, Chris Bruce al basso e, in una canzone, suo padre Keith alla fisarmonica) intitolato "Bring Me The Workhorse".
Le sue canzoni distillano storie da momenti struggenti: una telefonata, un cavallo ferito, una libellula imprigionata nella tela di un ragno. Shara non ci dice tutto - solo quello che è veramente importante. My Brightest Diamond è molto piú di questo, grazie anche al senso dell'umorismo che qualcuno puó ritrovare in qualche vecchio episodio tv di Wonder Woman o in "Alice nel Paese delle Meraviglie" di Lewis Carroll.

Informazioni al Pubblico:
www.dnaconcerti.com - 06.47823484 – info@dnaconcerti.com
Music Biz Cafe Summer: radio e TV verso il futuro
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.