NEWS   |   Italia / 16/01/2007

Zucchero in tour (da maggio): e intanto parla di 'Fly', di cover, di Baudo...

Zucchero in tour (da maggio): e intanto parla di 'Fly', di cover, di Baudo...
Siccome 3 è il suo numero magico e portafortuna ("Non so se per via della Santissima Trinità e dei tempi in cui facevo il chierichetto al mio paese, o delle partite a tresette che giocavo da ragazzo nelle cooperative comuniste") Zucchero sceglie tre tris di concerti per ripresentarsi sul suolo patrio dopo sei anni di assenza, appuntamenti che è facile pronosticare tra i più attesi dell'anno dopo i successi dell'ultimo album "Fly" (quasi un milione di copie vendute in Europa di cui 400 mila in Italia). I luoghi, evocativi e carichi di storia, scelti per l'occasione sono l'Arena Civica di Milano (il 7,8 e 9 giugno), la Valle dei Templi di Agrigento (12,13 e 14 luglio) e l'Arena di Verona (date ancora da definire, intorno al 20 settembre, in attesa della delibera del Comune attesa ad ore), con prezzi decisamente contenuti (biglietto unico a 26, 24 e 25 euro rispettivamente, prevendite aperte da venerdì 19 in tutta Italia) per espresso volere dell'artista e del suo management. Tutto qui per il momento, anche se il promoter locale Ferdinando Salzano (Friends & Partners) spera di trovare altri spazi nel fitto calendario del tour mondiale che parte il 2 maggio dall'Olympia di Parigi (replica il 3), prosegue in Europa e dintorni fino a settembre (con possibili destinazioni esotiche a Salonicco, Marrakech e Cartagine) per poi spostarsi in Nord America, Sud America e Australia fino al mese di dicembre. "Non volevo fare i palasport, anche per ragioni di acustica, e poi di tutti e tre i luoghi che abbiamo scelto in Italia conservo dei bei ricordi: all'Arena, ai tempi del tour di 'Oro, incenso & birra', cantai per esempio col povero Ray Charles. E poi ho già voglia d'estate, di aria aperta, di far festa", spiega Zucchero, autonominatosi per questo ritorno "re del blues" ("spero si colga l'ironia, non pigliate tutto alla lettera, per favore!"). Niente festival? "Farò quelli europei, ma non il Jammin'. Non esibendomi da così tanto tempo in Italia ho voglia di ritrovarmi a tu per tu col mio pubblico, di ristabilire un contatto diretto con la gente".
Che concerto sarà? "Più vicino a Springsteen che a George Michael, questo è sicuro. Voglio ricreare sul palco i suoni vintage di 'Fly', e non sarà facile. Sono fiero di quell'album, in un anno in cui tutti hanno fatto uscire solo cofanetti io ho investito di tasca mia 850 mila dollari per fare il disco che volevo. Voglio che sia la musica la protagonista, non gli effetti speciali, voglio più relax e meno frenesia. Del resto con una grande band, un buon repertorio e un cantante che se la cava...E voglio anche cambiare scaletta sera dopo sera. Mi piacerebbe riprendere cose poco ascoltate come 'It's alright', una bellissima ballata che stava su 'Miserere', e fare qualche cover, per esempio la mia versione di 'A salty dog', 'Nel così blu', o 'You are so beautiful' (per la versione da lui cantanta in duetto con Sam Moore nell'ultimo album del soul man americano, il Nostro è candidato a un Grammy nella categoria r&b, ndr), anche come omaggio a Billy Preston che non c'è più. Ma bisogna starci attenti, con le cover: Joe Cocker per esempio ha fatto un capolavoro, trasformando la marcetta di 'With a little help from my friends' in un gospel in 6/8. Ma ha anche rovinato 'A whiter shade of pale', così come Annie Lennox. E anche la mia 'Miserere' è stata massacrata da Russell Watson, mentre Bocelli si è salvato in corner...". Ne verrà fuori, probabilmente, anche un disco/dvd live: "Sì, perché i luoghi in cui andremo a suonare si prestano e poi perché l'unico precedente, 'Live at the Kremlin', venne registrato su un DAT a due tracce da Maurizio Maggi. In realtà ho registrato tutti i miei tour precedenti, e forse avrei fatto bene a far uscire qualcosa: la Universal dovrebbe ancora avere tutti i multitraccia in magazzino, se non li ha persi o carbonizzati...". La band è ancora in via di allestimento: "Ci saranno di sicuro vecchi collaboratori come Adriano Molinari alla batteria, Mario Schillirò alla chitarra, Polo Jones al basso, David Sancious alle tastiere, più Kat Dyson alla seconda chitarra, dobro e steel. Mi piacerebbe avere di nuovo con me anche Lisa Hunt, che continua a cantare ma adesso vive in Australia. E mi piacerebbe far aprire le date italiane e qualche concerto europeo a mia figlia Irene e alla sua band, che è fortissima. Anche per riscattarmi come padre e farmi perdonare per tutte le volte che a casa non c'ero perché ero in giro a suonare. Lei e la mia ex moglie credevano che pensassi solo a portarmi a letto le ragazze. E invece così anche Irene capirà cosa vuol dire essere in tour, con le ansie, la cagarella prima di salire sul palco, il jet lag. Ma a parte tutto lei ha talento, più di me quando avevo la sua età, e prima o poi ce la farà".
Intanto però è stata bocciata per il secondo anno consecutivo a Sanremo, ed è inevitabile chiedergli un commento: "Il perché non si sa, ognuno scarica il barile, quelli della commissione dicono che decide tutto Baudo...Ma io vorrei capire perché te lo vengono sempre a dire la vigilia di Natale e ci rovinano la festa quando siamo tutti a tavola a festeggiare col cappone e il cotechino. Poco male, comunque: perché, ve lo assicuro senza averne ascoltato neppure uno, nessuno dei pezzi di questo festival venderà. Le canzoni di successo hanno un qualcosa di impalpabile che neanche chi le scrive, neanche i geni, sanno spiegare. E invece qui ci sono questi fenomeni che ti spiegano che non l'hai armonizzata bene! E anche Baudo... se uno che al Festival ha avuto un sacco di successi (li ricorda lui stesso: Stefano Sani, Donatella Milani, Fiordaliso, Bocelli, Giorgia, Elisa...) ti dice che il pezzo di sua figlia è forte, dagli un po' di credito, no?"...E gli scappa un colorito epiteto all'indirizzo del direttore artistico che manda in brodo di giuggiole molti dei giornalisti presenti, serviti della frase perfetta con cui attizzare l'ennesima polemica presanremese.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi
Laura e Biagio in tour
Scopri qui tutti le date!