Mamma mia! Diventa film con Tom Hanks lo show da 1 miliardo degli Abba

"Mamma mia!" è un successo planetario. Dopo aver debuttato a Londra nel 1999, lo spettacolo, basato su musiche degli Abba, ha infatti dato vita a varie produzioni che, in varie parti del mondo, ad oggi hanno incassato più di 1 miliardo di dollari. Visto che la mucca ha ancora molto latte, perché non mungerla più accuratamente? Ecco così che "Mamma mia!" diventerà anche un film. I produttori esecutivi saranno quattro: due degli Abba, e cioé Benny Andersson e Bjorn Ulvaeus, più Tom Hanks e sua moglie Rita Wilson. Hanks è interessato al progetto anche perché la sua società di produzioni, la Playtone, svilupperà parti del film per la Universal Pictures. A dirigere la pellicola sarà probabilmente Phyllida Lloyd, regista della versione di Londra e di Broadway di "Mamma mia!"; la Lloyd in precedenza ha diretto anche "La Boheme" e "Carmen".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.