Comunicato Stampa: I dieci anni del MEI

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Quattro milioni di spettatori in tv a seguire i collegamenti con il Mei di Faenza, trentamila presenze a Faenza e in Fiera, trecento espositori e trecento artisti dal vivo per il piu' grande evento indie d'Italia

La decima edizione del MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti, ha avuto un successo straordinario e ha sancito in tutti i piu' diversi aspetti il grande ruolo della manifestazione e delle realtà indies italiane a livello nazionale.

Trentamila presenze, comprese quelle della Notte Light , l'unica notte indies italiana, che hanno riempito la fiera e le piazze centrali, oltre che a tanti spazi e club nella città e al prestigioso Teatro Masini.

Il Mei è diventato quest'anno a tutti gli effetti la "casa comune" di tutte le produzioni indipendenti italiane, da quelle più note a quelle più emergenti: rock, pop, jazz, d'autore, hip hop, punk, ska, reggae, folk, dance, d'avanguardia e musiche sperimentali, diventando così la manifestazione ufficiale in Italia di tutta la nuova scena indies italiana a rappresentare il 25% del mercato discografico.

Inoltre la manifestazione ha ribadito il suo grande ruolo a livello istituzionale con la presenza del Sottosegretario ai Beni Culturali On.le Elena Montecchi che ha sancito il ruolo fondamentale del MEI anche nel lavoro sugli sgravi fiscali per le indies e confermato una stretta collaborazione già nell'immediato futuro; ha ottenuto le dovute attenzioni verso il mondo indies da parte dei festival italiani, ricordando che qui hanno presentato loro iniziative Il Premio Tenco, Primo Maggio Tutto l'Anno, Arezzo Wave, Musicultura, Voci per la Libertà e tanti altri. Inoltre la diretta di Rai Due di Quelli che il calcio, i servizi andati in onda su Tg1, Tg2 e Tg3 e gli speciali di economia su Tg1 e Tg2 hanno portato il Mei nelle case di oltre 4 milioni di italiani e hanno sancito l'importanza mediatica della manifestazione e del mondo discografico indipendente quando si presenta unito.

La presenza di circa 50 operatori discografici provenienti da tutt' Europa ha sancito l'internazionalizzazione stessa della manifestazione che si appresta a stringere legami sempre più stretti e proficui con i partner europei.


Il popolo delle indies ha dimostrato quanto la formula di unire, a costi più che accessibili, sia ben vista da tutti gli operatori e appassionati vista la crescita esponenziale di pubblico.

Da oggi vogliamo proseguire tutti insieme a favore della crescita di tutte le indies Italiane per avere più spazi nei grandi media tv e radio (vedi problema Music Control) per lavorare insieme per la promozione della musica Italiana all'estero (stiamo lavorando ad una presenza per il prossimo Midem di Cannes), per una presenza significativa nella nuova distribuzione digitale (necessità di fare un forte progetto indies ed emergente, pena il rischio che questo grande mercato vada tutto in mano alle multinazionali) e su tutti gli altri punti più volte condivisi. Siamo aperti ovviamente, oltre agli apporti su queste tematiche, a suggerimenti e critiche costruttive per migliorarci ulteriomente a favore di tutto il settore.

Meeting delle Etichette Indipendenti - Materiali Musicali
Via della Valle 71 - 48018 Faenza (RA)
Tel Fax 0546 24647- 0546 646012

www.audiocoop.it - info@audiocoop.it
audiocoop.piemonte@toastit.com
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Francesca Trainini (PMI, Impala)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.