Comunicato Stampa: In arrivo il biglietto d’auguri cantato

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

PER IL NATALE 2006 BASTA CON I VECCHI
BIGLIETTI D’AUGURI: ARRIVANO I BIGLIETTI CANTATI

Per il Natale 2006 i biglietti d’auguri non sono più un problema. Basta perdere tempo tentando di essere originali, impiegano più tempo a comporre frasi d’auguri che a trovare il regalo adatto. Quest’anno a scriverli, ma soprattutto a cantarveli, ci pensa la Canzoneria: è arrivato il biglietto d’auguri cantato. Naturalmente stiamo parlando di un biglietto d’auguri completamente personalizzato, nella musica e nelle parole.

Ma cos’è un biglietto d’auguri cantato? È semplicemente un CD, che ha nella copertina le foto di chi manda gli auguri, rigorosamente con dedica, e nel disco una breve canzone, di 30/40 secondi, in cui si cantano gli auguri scritti e composti secondo le richieste del committente. Musiche e parole divertenti per festeggiare il Natale, ma anche per celebrazioni festose, romantiche per gli innamorati, irriverenti per il capo, poetiche per una persona da conquistare. Ritmi rock o pop, per omaggi vivaci, blues o jazz per un regalo raffinato, reggae per un gesto alternativo, valzer o liscio per i nonni…

Andrea Mercurio, l’autore musicista che è ideatore e titolare della Canzoneria, sceglie col cliente la musica migliore per esprimere ciò che vuole comunicare, scrive il testo, lo canta e confeziona un biglietto d’auguri che non si dimentica, non si cancella. Basta mandare una mail, telefonare o andare in studio e spiegare quello che si vorrebbe comunicare: qualche dettaglio sul destinatario, per rendere completamente personale ed unico il brano, e La Canzoneria ne fa un cd: un biglietto d’auguri cantato.

La Canzoneria è una bottega di canzoni, specializzata nel creare canzoni su misura per chi ne fa richiesta. Testi e musiche originali, con tanto di registrazioni alla SIAE, che hanno la loro consegna, spesso, con una serenata sotto il balcone o a casa di chi la riceve stupefatto. Fino ad oggi questa attività ha portato canzoni uniche in tutta Italia, dal Friuli alla Sicilia e persino in Venezuela, con la media di una canzone al giorno. Come le canzoni, i biglietti d’auguri cantati, sono già stati letti negli stereo di un centinaio di persone che hanno festeggiato compleanni, nascite o anniversari.

E per Natale, chi vuole fare gli auguri in modo originale, senza consumare i neuroni, ora sa come fare. Con i biglietti cantati della Canzoneria, le feste si fanno sentire.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Andrea Rosi (Sony Music Italy)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.