Monza Rock Festival: tensioni a poche ore dall’addio dei Litfiba

Monza Rock Festival: tensioni a poche ore dall’addio dei Litfiba
I quotidiani di stamattina informavano della tensione che continua a crescere intorno ai Litfiba a poche ore da quello che dovrebbe essere il loro concerto d’addio nella attuale line-up, composta principalmente da Ghigo Renzulli e Piero Pelù. Il messaggio inserito sul sito ufficiale del gruppo da Ghigo Renzulli e teso a dare la sua versione (a dire il vero in modo alquanto signorile) dei fatti non è stato apprezzato a Pelù, che ha ricordato come da accordi presi in precedenza il sito non avrebbe dovuto ospitare messaggi di alcun tipo relativi alla querelle dei due. E invece ecco quanto si può leggere a tutt’oggi sul sito www.litfiba.it: «Cari amici, è giunto il momento di chiarire un po' la situazione Litfiba. Dopo tante cose scritte sui giornali, mi sembra doveroso verso di voi e per rispetto ai Litfiba stessi fare chiarezza sull'evolversi della vicenda. So benissimo che durante questi mesi il sito non si è espresso sulla separazione tra me e Piero, ma ciò è stato fatto nel rispetto degli accordi presi tra Piero, me e il Webmaster stesso. Ho letto tutte le e-mail arrivate fino ad ora, che chiedevano spiegazioni in merito, ma come dicevo prima, non potevo né fare né dire niente, quindi mi scuso con tutti quelli che non hanno ricevuto risposte alle loro domande. Ma veniamo al punto:
Piero lascia i Litfiba per dedicarsi alla sua carriera solista e i Litfiba proseguono. Sulle dichiarazioni rilasciate da Piero voglio solo dire due cose: 1. sul piano artistico a breve sarà fuori il prossimo disco Litfiba e tutti potranno giudicare da sé. 2. Sul piano umano voglio dire solo questo:non ho frustrazioni da affogare facendo conferenze stampa e per quello che riguarda le opinioni di Piero hanno smesso di interessarmi da troppo tempo perché me ne debba occupare ora che finalmente sono sue e solo sue. Io e il nuovo cantante stiamo già componendo canzoni per il nuovo album che, come ho già detto, uscirà molto presto. Non voglio ancora svelarvi tutto su di lui. L'unica cosa che vi dico è che ha 30 anni, che suona la chitarra e che non è Francesco Renga al quale faccio un in bocca al lupo per il suo prossimo disco da solista. Un'altra cosa che vi posso dire è che lo vedrete spessissimo qui (anche in chat!) dato che è un vero patito per il computer e la "rete". Vi prometto solennemente che i primi a parlare con lui sarete voi proprio attraverso questo sito. Sperando di essere "perdonato" per non essermi fatto sentire prima, vi saluto e auguro a tutti NOI un "in culo alla balena"! A risentirci prestissimo.
Ghigo » Rimane poco da dire quindi sulla storia in comune dei due, se non chiedersi come faranno questa sera a ritrovarsi ancora una volta sul palco, faccia a faccia. Per il momento all’autodromo di Monza è arrivato Piero Pelù accompagnato dal fido Luca Guerra, mentre dietro le quinte è affiorato un altro ex-Litfiba eccellente: si tratta di Gianni Maroccolo, già bassista del gruppo fiorentino e al Monza Rock Festival in veste di discografico dei Marlene Kuntz, tuttora sul palco e di cui vi riferiremo tra poco. Tra i vecchi fans del gruppo si è affacciata per un attimo l’ipotesi che Maroccolo potesse ricongiungersi al proprio ex-gruppo per qualche brano, data l’eccezionalità dell’evento, ma è stato lo stesso bassista a scoraggiare le ipotesi ribadendo che stasera non suonerà.
Dall'archivio di Rockol - Le pillole di saggezza dei Litfiba
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.