Un Grammy alla carriera per Alpert e Moss (A&M)

Un Grammy alla carriera per Alpert e Moss (A&M)
Già accolti lo scorso anno nella Rock and Roll Hall of Fame (vedi News), l’11 febbraio prossimo i due leggendari fondatori della A&M Records riceveranno un Grammy alla carriera in qualità di “industry icons”. “Alpert e Moss”, ha spiegato il presidente della Recording Academy Neil Portnow motivando il premio, “sono dei veri visionari la cui dedizione al lavoro ha avuto un profondo impatto sugli artisti e sui fan della musica in tutto il mondo”.
Il celebre trombettista Herb Alpert (1935, Los Angeles) e Jerry Moss (1935, New York) fondarono la A&M nel 1962 specializzandosi inizialmente in produzioni pop ed easy listening (Burt Bacharach, Sergio Mendes & Brasil ’66, i Tijuana Brass dello stesso Alpert). Nei decenni successivi si fecero la fama di infaticabili talent scout lanciando innumerevoli stelle della scena pop, rock e r&b internazionale: Procol Harum e Joe Cocker, Supertramp e Peter Frampton, Police e Bryan Adams, Janet Jackson e Sheryl Crow. Nel 1989, per mezzo miliardo di dollari, vendettero la loro impresa discografica alla PolyGram. Oggi di quell'epoca gloriosa restano soltanto il marchio e il catalogo, gestiti (dopo un altro passaggio di proprietà, nel 1999) dalla multinazionale Universal.
L’episodio più curioso della storia dell'etichetta riguarda l’ingaggio e il subitaneo licenziamento dei Sex Pistols, nel 1977: firmato e sciolto nell’arco di dieci giorni il contratto con il problematico gruppo di Johnny Rotten e Sid Vicious, le copie stampate su A&M del primo singolo “God save the Queen” vennero immediatamente distrutte; ne sopravvissero però alcuni rarissimi esemplari, che oggi sono valutati sul mercato collezionistico diverse migliaia di sterline.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.