Causa contro la Apple: il sistema iTunes-iPod 'crea un monopolio illegale'

Causa contro la Apple: il sistema iTunes-iPod 'crea un monopolio illegale'
Il sistema di protezione DRM a circuito chiuso escogitato dalla Apple (in base al quale, salvo rare eccezioni, i brani musicali scaricati da iTunes possono essere ascoltati solo su lettori iPod, mentre questi ultimi non possono riprodurre file digitali acquistati altrove) è oggi materia di discussione in tribunale. Il caso, sollevato da una “class action” presentata all’autorità giudiziaria della California, risale in realtà al 21 luglio scorso, ma solo ora (dopo che i giudici, appena prima di Natale, hanno respinto una mozione di annullamento presentata dall'azienda, e che i documenti depositati da quest’ultima presso la Securities and Exchange Commission sono diventati di pubblico dominio) è emerso all’attenzione generale: la società di Cupertino è accusata di avere creato con il suo DRM (FairPlay) un monopolio illegale nel settore della musica digitale, che danneggerebbe non solo i concorrenti ma gli stessi consumatori limitandone la libertà di scelta e di manovra.
L’azienda di Steve Jobs naviga ultimamente in un mare di carte bollate: oltre al noto scandalo dei bilanci gonfiati dalle “stock options” retrodatate concesse ai suoi dirigenti (Jobs incluso), ha altre cause pendenti che riguardano il malfunzionamento della scheda madre del portatile iBook G4 e la presunta violazione di un brevetto preesistente sul “pedometro” (detto SportKit) per iPod Nano sviluppato congiuntamente con la Nike.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.