Comunicato Stampa: 'Sogni tra i capelli', album d'esordio di Federico D’Annunzio

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

FEDERICO D’ANNUNZIO
IL 19 GENNAIO ESCE L’ALBUM D’ESORDIO “SOGNI TRA I CAPELLI”

Il 19 gennaio 2007 esce “Sogni tra i capelli”, l’album d’esordio di Federico D’Annunzio (pubblicato su etichetta Record Company e distribuito da Azzurra Music S.r.l) che prende il titolo dal primo singolo estratto scritto a quattro mani con Pippo Caballà.

L’album contiene 10 tracce che raccontano la vita, i sogni, le delusioni di un giovane musicista. “Questo mio primo album”, racconta Federico D’Annunzio, “rispecchia la mia personalità: vivace, spensierata e per alcuni tratti terribilmente elettro-romantica”. “Sogni tra i capelli” è accompagnato da un videoclip, girato nella metropolitana di Genova, che ha visto Federico D’Annunzio impegnato anche nella sceneggiatura. La regia è stata affidata a Lorenzo Vignolo (Subsonica, Mario Venuti e tanti altri) mentre la fotografia è di Paolo Bellan (Ligabue, Meganoidi, Cristina Donà e altri).

Federico D’Annunzio (voce e chitarra) è accompagnato da Lucio Fasino al basso, Eric Cisbani ed Ivan Ciccarelli alla batteria e Edoardo Luciani alla chitarra. La produzione artistica e gli arrangiamenti sono affidati ad Andrea Zuppini (F.Concato, E.Ramazzotti, A.Baroni, R.Casale, Paola&Chiara ecc).

Federico D’Annunzio nasce a Porto San Giorgio a trecento metri dal mare, dalla mamma Iva, portiera d’albergo, e da papà Domenico, magazziniere bravissimo terzino destro e regista mancato. A sette anni inizia gli studi di pianoforte e dopo le scuole medie frequenta l’Istituto Professionale per il Turismo. Federico, concentrato a scrivere le sue prime “ipotesi di canzoni” sotto i libri, si diplomerà alla fine come Operatore turistico e come Musicoterapista, binomio strano che lo porterà a operare nel mondo del sociale presso il centro neuropsichiatrico di San Girolamo e presso la Comunità internazionale di Capodarco. Lavori che gli permettono ancora oggi di portare avanti la sua passione per la musica e di partire per Milano quando c’è da sudare su un palco. Dal 1991 Federico D’annunzio milita in vari gruppi della sua regione come tastierista, senza far uscire allo scoperto il Federico-cantante. Dal 1994, oltre ad essere considerato il cantautore più rappresentativo del suo condominio, Federico acquisisce sicurezza in se stesso suonando dal vivo le sue prime canzoni. Nel 1999 Kiko, come lo chiamano gli amici, pubblica con il suo gruppo, i Cleep, la sua prima fatica discografica: “Cineguaimai” (Ultrasuoni/edel). In quel periodo, oltre a numerose apparizioni televisive, apre i concerti di Daniele Silvestri e partecipa a Sanremo Rock. Nel 2000 prende la sua decisione più importante trasferendosi a Milano per perseguire la sua carriera artistica. A Milano, Federico vive lavorando come stage-manager per un’importante agenzia di concerti e dal 2001 al 2004 suona ogni sabato al famosissimo “Rolling Stone” (in duo acustico con il suo fedele amico nonché bassista Lucio Fasino, diciamo il suo fido “Sancio Pancia”), attività live che lo aiuta ad acquisire una sempre maggiore consapevolezza davanti al pubblico. Finalmente, nel dicembre del 2002, Federico trova una band solida composta, oltre che dal bassista Lucio Fasino, da Eric Cisbani alla batteria e dal chitarrista Eddy Luciani. L’anno successivo, Federico, con nuova “sfrontatezza”, canta i suoi brani partecipando anche ad importanti manifestazioni nazionali e approda nello storico locale di Milano ”Le Scimmie” che lo vede protagonista ogni mese con tutta la sua band. Nel maggio del 2006 firma il suo primo contratto da solista con l’etichetta indipendente Record Company con cui realizza il suo primo album.

www.federicodannunzio.it
Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.