'Sistema Cultura Italia', arriva il riconoscimento di Confindustria

La rappresentanza intersettoriale delle industrie culturali nata ufficialmente il 28 novembre scorso per iniziativa delle associazioni Agis e Anica (cinema e spettacolo), Aie (editoria), Anes (editoria specializzata), Afi e Fimi (musica/discografia) e Univideo (home entertainment), tutte associate a Confindustria, ha ottenuto da quest’ultima il riconoscimento di federazione nazionale di secondo grado (in quanto costituita appunto da organizzazioni di categoria ad essa direttamente associate).
La base associativa del nuovo organismo consta di 646 aziende per 11.179 dipendenti (dati aggiornati al 2006): il 'Sistema Cultura Italia', com'è stata battezzata la federazione, ha per finalità statutarie la tutela degli interessi collettivi delle industrie culturali sul piano nazionale, comunitario e internazionale, la difesa del diritto d’autore e la lotta alla pirateria, lo sviluppo delle relazioni con gli organi della Pubblica Amministrazione per iniziative da svolgere sul territorio e l’organizzazione di convegni, seminari, corsi e ricerche finalizzati alla migliore conoscenza e alla crescita professionale dei settori rappresentati. Le organizzazioni costituenti (che dispongono di 9 voti nell'assemblea di Confindustria) hanno affidato al comitato di presidenza composto da tutti i presidenti e presieduto da Federico Motta (Aie) il compito di avviare le procedure necessarie all’elezione degli altri organi associativi.
Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.