Warner Music compra Roadrunner (che però resta 'indipendente')

Warner Music compra Roadrunner (che però resta 'indipendente')
L’etichetta di Slipknot e Nickelback dice addio a Universal e passa (dal mese di gennaio) nell’orbita Warner, facendo capo ad Atlantic Records negli Stati Uniti e a Warner Music International nel resto del mondo. Scaduto dopo cinque anni l’accordo di joint venture paritaria che la legava appunto alla Island Def Jam, divisione di Universal Music, la società olandese ha accettato l’offerta della major americana, disposta a versare 73,5 milioni di dollari in cambio del 73,5 % delle quote azionarie: dietro l’operazione c’è lo stesso discografico, Lyor Cohen, che cinque anni fa aveva negoziato il contratto per conto di IDJ/Universal.
Una volta completato il passaggio di proprietà (soggetto all’approvazione dell’autorità Antitrust tedesca), Roadrunner conserverà comunque la propria autonomia operativa sotto la direzione del fondatore e managing director Cees Wessels, gli attuali livelli occupazionali (oltre 100 dipendenti nel mondo) e i propri uffici marketing e promozione esistenti nel mondo (Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Germania, Francia, Giappone e Australia; in Italia è tuttora attivo un ufficio stampa Roadrunner presso la sede italiana di Universal in via Dante a Milano).
Fondata nel 1980, la Roadrunner è diventata da allora un marchio leader a livello mondiale nel campo dell’hard rock, del metalcore e del nu metal (ma non solo): lanciata a livello internazionale dai successi di Sepultura e Type O Negative prima e di Slipknot e Nickelback poi, vanta in catalogo altri pezzi grossi della scena metal come Megadeth, Soulfly e gli emergenti Trivium, ma anche i riformati New York Dolls e band di tutt’altro genere musicale come i Porcupine Tree e i Dresden Dolls.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.