Comunicato Stamp: Il Vescovo di Faenza contro le Major

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

IL VESCOVO DI FAENZA CONTRO LE MAJOR, IMPONGONO UN SOLO GENERE MUSICALE MONS.STAGNI DIFENDE IL MEI, LE HIT PARADE SI ASSOMIGLIANO ORMAI IN TUTTO IL MONDO

Un’”anatema” contro la globalizzazione musicale. E’ quello scagliato da monsignor Claudio Stagni, vescovo di Faenza, in una lettera inviata agli organizzatori del Meeting delle Etichette Indipendenti in programma a Faenza il 25 e 26 novembre prossimi. Nella lettera in cui desidera “esprimere una parola di adesione all’iniziativa” del MEI, il vescovo rileva che “sempre la musica è stata espressione di arte e di libertà. Solo i regimi più oppressivi hanno avuto la pretesa di imporre un genere musicale. Purtroppo è un rischio che si corre anche oggi – rileva ancora mons.Stagni – se è vero che sempre più spesso le hit parade si rassomigliano a New York, a Londra e a Roma. Non sono segnali belli: oggi viene imporsta una canzone, poi una moda, poi ancora un comportamento”. La “missione” musicale indicata dal vescovo di Faenza è dunque quella di “difendere l’autoniomia, l’originalità, la creatività locale”. Una missione che, rileva ancora Stagni “può sembrare cosa da poco ma può avere un grande significato se si tiene conto di tutto il vivere umano”. Il Meeting delle Etichette Indipendenti, arrivato alla decima edizione, ospiterà, tra gli altri, Gianna Nannini, Assalti Frontali, Stefano Bollani, Cisco, Noa con Solis Quartet, Pupo e Capone & BungtBangt e Gegé Telesforo.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Andrea Micciché (NUOVOIMAIE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.