Comunicato Stampa: Ramona Córdova live in Italia

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

DNA Concerti presenta:

Ha poco più di 20 anni ed è già ha un “caso discografico” in America e in Europa. Acclamato dal pubblico in Francia, ha fatto la sua prima apparizione in Italia a Urbino, al Festival di Frequenze Disturbate, e ha messo d’accordo critica e pubblico. Ramona Córdova
dom. 12/11 - Milano @ La Casa 139 (h. 22.00 – ingr. 8 euro)
14/11 - Torino @ Spazio 211
20/11 – Roma @ Rialtosantambrogio
21/11 - Ravenna @ Bronson
22/11 – Bologna @ Zo Cafè

Dietro l’aspetto di un bambino, nasconde un talento fuori dal comune e una voce celestiale che ama giocare con la musica e l’immaginazione. La sua passione sono le fiabe e le storie fantastiche da cui trae ispirazione per scrivere. Assomiglia a un folksinger ma è più birichino e a tratti gitano, e deve molto del suo successo a sua nonna Ramona.

"The boy who floated freely" è disponibile solo su etichetta Sleeping
Star/Goodfellas

L’aspetto di un folletto, cappellino e chitarra sotto il braccio, pochi accordi e una voce celestiale per diffondere delicate melodie che sanno catturare l’anima. Intorno a lui tutto assume l’aspetto di fiaba. Quasi fosse un piccolo principe, in grado di stregare la Francia e diventare un vero e proprio “caso” lì prima che nel resto d’Europa, Ramona Córdova è in realtà uno di quegli artisti che si diverte a irrompere sulla scena tenendo nascosta da qualche parte, chissà dove, una pozione magica che sa incantare. Ramòn, questo il suo vero nome, scrive pezzi dall’età di undici, da quando in Arizona si appassionava alle storie fantastiche che gli raccontava la nonna. Ma è apparso praticamente dal nulla poco più di un anno fa, grazie al tam tam mediatico che solo Internet e Myspace riescono a far scoppiare. Con un padre ispano-portoricano e una mamma originaria delle Filippine e di Haiti, la sua creatività non poteva restare a lungo nell’ombra e, come dimostra “The boy who floated freely” l’esordio discografico di un anno fa, ora è al sicuro. Se per scrivere gli undici brani dell’album, Ramona è rimasto incollato allo schermo a guardare film d’animazione per bambini, quando compone il suo modello è la chitarra gitana che gli suonava il padre quando era ancora troppo piccolo per sapere che struttura avesse una canzone. È forse per questo che la sua musica contiene quel non so che di ingenuo e spontaneo, sapientemente modellato in uno stile melodico unico. Per lui l’amico Dave Conway ha fondato appositamente la label ECA Records suscitando da subito una grande attenzione in Europa tanto che, non appena l’album è giunto in Italia, la Sleeping Star/Goodfellas ha deciso immediatamente di pubblicarlo. Ma la genialità di Ramona sta nell’esser riuscito a catturare l’immaginazione della musica. E a farlo con semplicità. Gli è bastato giocare con la particolarità timbrica delle sue corde vocali - adatte a interpretare indistintamente voci maschili e femminili - cui ha unito sonorità acustiche, divertenti scherzetti gitani (come Inside The Gipsy Bar), campanellini e cinguettii in lontananza per un disco innocente e intensissimo. Un concept-abum quasi fuori dal tempo.

www.myspace.com/ramonacordova

Informazioni al Pubblico:
www.dnaconcerti.com – 06 47823484 – info@dnaconcerti.com
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Roberto Razzini (Warner Chappell Music Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.