Comunicato Stampa: Marcello Capra ritorna in studio per il nuovo album

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Dopo un rilassante tour estivo in Portogallo, paese di pini ed eucaliptus e di spiagge sterminate, il chitarrista/autore Marcello CAPRA ha iniziato a progettare, con Giulio TEDESCHi di Toast Records il nuovo cd/album che dovrebbe uscire nella primavera del 2007.

Il lavoro sarà composto probabilmente da 8 brani, tra cui 6 inediti ( Roxy Blues, Ritmica-mente, Yucatan, Anima d'oriente, Rinascenza, Soul raga, Rito, Maior) e verrà registrato a novembre al Minirec Studio di Torino da Luigi Gonzaga Guerrieri

In attesa del lieto evento, CAPRA ha rilasciato una micro-intervista a Gaetano MENNA, attento osservato della musica di qualità, che da tempo cura un'interessante rubrica musicale su Supereva.

Il gradevole scambio di battute è visualizzabile digitando:
http://guide.dada.net/musica_progressive/interventi/2006/11/274802.shtml

MARCELLO CAPRA (dal 1967 ad oggi)
Musicista di consolidata esperienza, Marcello CAPRA inizia il suo percorso artistico giovanissimo, nel 1967, in un gruppo beat chiamato FLASH.
Studia contrabbasso al conservatorio di Torino e fonda un gruppo di rock progressivo denominato PROCESSION, con cui pubblica l'album "Frontiera", presentato alla stampa con un concerto al Piper di Roma (1972).
Con la band partecipa ai piu importanti raduni pop dell'epoca, tra cui il leggendario Festival di "Villa Pamphili", dividendo il palco con Van Der Graf Generator, Osanna e Trip, il "Gualdo Tadino", con Orme e Banco del Mutuo Soccorso e quello di "Travagliato", con il Rovescio della Medaglia.
In seguito, dopo lo scioglimento del gruppo compone un album solista dal titolo "Aria Mediterranea" (prodotto nel 1977 da Marco Gallesi degli Arti & Mestieri, per la torinese MU), dove, accompagnato da un gruppo di validi collaboratori, inizia a sviluppare quello stile molto personale e preciso che diventerà il punto forte delle sue proposte a venire. Subito dopo, inizia un periodo di grande attività e fermento. Collabora dal vivo e in studio, con i cantautori Enzo Maolucci e Tito Schipa Jr.. Partecipa in veste solista alla 1° edizione della rassegna internazionale "Le Corde del Mondo" a Milano. Affianca l'attrice cantante Raffaella De Vita nello spettacolo "Canti e Voci di Raffaele Viviani", collabora musicalmente con il gruppo teatrale L'Invenzione e partecipa ai tour italiani di John Martyn e Dave Cousins.
Causa un'inaspettata crisi personale, agli inizi degli anni ottanta si ritira dalle scene e per un lungo periodo si dedica ad approfondire la sua personale tecnica musicale.
Nel 1993 si ripresenta con il brano "Combat", inserito in "Fafnir", cd/compilation edito dalla milanese Kalifonia.

L'anno dopo, pubblica per Mellows Records il CD "Imaginations" (1994) che racchiude la ristampa di "Aria Mediterranea" e tutta una serie di inediti eseguiti alcuni "in solo", altri con l'accompagnamento di selezionati musicisti della scena torinese.
Nei primi mesi del '97, prima di registrare una serie di nuovi brani, stringe forti rapporti con la torinese Toast Records e con il suo label-manager Giulio Tedeschi, che inizierà a seguirlo anche a livello manageriale. Nel '98 esce "Danzarella". Questo lavoro dimostra la notevole maturità raggiunta dall'Artista. Ed il suo viscerale amore per una certa tradizione sonora che non lede, ma arricchisce, la sicura modernità della proposta. Nel maggio 99 partecipa alla IV Convention internazionale A.D.G.P.A di Soave.
Nel mese di settembre, registra dieci sue nuove composizioni da cui trae l'ennesimo capitolo sonoro (edito privatamente) dal titolo "Biosfera", dove prosegue la ricerca di temi, ritmi e armonie che con stile personalissimo esegue in solo alla chitarra acustica.
Nell'autunno del 2001 entra al Minirec Studio di Torino per definire i brani che verranno pubblicati alcuni mesi dopo per Toast Musique con il titolo "Alchimie" sotto la produzione di Giulio Tedeschi.
Nel biennio 2002/2003, con il suo fedele set di chitarre il nostro itinera in più punti d'Italia. A questo proposito ricordiamo, con particolare piacere la presenza al MEI 2002, con ben due esibizioni e la partecipazione a due grandi manifestazioni per la PACE svolte a Torino nei primi mesi del 2003.
Nello stesso anno è presente con più performance alla Festa della Musica, l'appuntamento che cade ogni anno il 22 giugno.
Invitato alla X° convention italiana dell'A.D.G.P.A (Actins Dadi Guitar Player Association) svoltasi a Sarzana (La Spezia) a fine maggio del 2003, presentando "Perchè non suonare italiano", un concerto-seminario che ha trattato i temi delle scale e degli accordi maggiori e minori e l'uso del plettro con le danze e i ritmi mediterranei.
La lezione viene arricchita da ben 7 strumentali tratti da "Danzarella" e "Alchimie".
Nel novembre del 2003 partecipa per la seconda volta al MEI di Faenza, con due performance.
Il 2004 viene utilizzato per un lungo e attento lavoro di studio. In aggiunta, il 6 marzo partecipa alla 1° edizione del Festival della Musica di Mantova e il 22 maggio a Sarzana, nel contesto dell'Acoustic Guitar 7th International Meeting presenta vari inediti in anteprima nello stand di "Unplugged Chitarre". Il 2005 si è apre all'insegna dei live. Domenica 16 gennaio alla FNAC di Torino ottiene un lusinghiero successo personale.
Partecipato il 21 maggio alla 12° convention internazionale ADGPA con un seminario dal titolo: "Armonie melodico-ritmiche nella chitarra a plettro" presentando nell'occasione anche il cd/album "Vento teso" (Toast Musique) uscito ufficialmente negli stessi giorni.
Partecipa a quattro "Piccoli Compleanni Toast Records": in coincidenza del secondo Festival della Musica di Mantova (giugno), ad agosto nel contesto di "Pieve Rock Estate", il 20 novembre al Teatro Vittoria di Pennabilli e l'ultimo inserito nel programma della nona edizione del MEI (ormai tappa obbligata). Nella stessa occasione anche due performance: una in apertura della manifestazione al Teatro Masini di Faenza e l'altra nello stand della Toast Records in Fiera.
L'anno si chiude il 24 dicembre con una performance pomeridiana allo Stradivarius di Luino e in piena Notte di Natale a pochi km di distanza, all'Elvezia Club, affollato set-live insieme alla folkyband Trenincorsa.
Il 2006 continua ad essere dedicato ai concerti. Tra le tante occasioni, quella del 18 febbraio al Ciustè dell'Abetone e il 16 marzo con il concerto radiofonico a Roma a Radio1 RAI per la trasmissione DEMO (invitato da Pergolani e Marengo), dove ottiene un lusinghiero successo critico.
Il 29 luglio partecipa al "Piccolo Compleanno Toast Records 2006" alla Cascina 00 di Pinerolo con una indovinata performance che viene in parte videoregistrata dal filmakers torinese Mao.
Dopo un rilassante tour estivo in Portogallo, inizia a progettare il nuovo cd/album che dovrebbe uscire per Toast Musique nella primavera del 2007, composto da 8 brani, tra cui 6 inediti.
Recentemente (26/30 ottobre) ha partecipato con 2 performance al "Salone del Gusto 2006" (Lingotto di Torino).

COLLABORAZIONI
1978: "Barbari e Bar" album di Enzo Maolucci (Dischi dello Zodiaco)
1979: "Bella Generazione Mia" 45 giri di Enzo Maolucci (Dischi dello Zodiaco)
1982: "Concerto Per Un Primo Amore" album di Tito Schipa jr. (Gattacicova)

www.toastit.com - toast@toastit.com
Dall'archivio di Rockol - Dieci oggetti feticcio del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.