Comunicato Stampa: 'A67 contro la Camorra da Radio1Rai alle Invasioni Barbariche

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


“Se la paura fa novanta, la dignità fa centottanta, tanta, tanta, tanta!”.

Questo rivendica il vitale ritornello di “A camorra song’io”, titletrack del disco degli ‘A67, il giovane gruppo napoletano all’esordio con un energico funkyrock di denuncia strettamente legato alla realtà della periferia da cui proviene.
Il nome ‘A67 in gergo indica infatti la “167”, ovvero la legge per l’edilizia popolare che ha dato il via all’edificazione nell’area nord di Napoli del quartiere Scampia-Secondigliano, divenuto noto quale teatro di un’accesa faida fra bande camorriste rivali. In questo magma di pulsioni, di eventi, di disagi, gli ‘A67 sono una risposta, un urlo lacerante contro il silenzio colpevole di chi vuole l’emarginazione dell’individuo.

Dopo averlo testimoniato con il loro primo disco (nel quale sono contenute non a caso due versioni - opportunamente rimasticate - di “Don Raffaè” di Fabrizio De André e del tema del “Camorrista” di Nicola Piovani, colonna sonora dell’omonimo film di Giuseppe Tornatore), che ha suscitato grande interesse anche all’Estero, questo raccontano anche in questi “caldi” giorni i cinque musicisti partenopei, interpellati più volte a proposito dell’ennesima ondata di omicidi che ha travolto la Napoli endemicamente permeata e insanguinata dalla Camorra. Sempre a fianco dell’amico Roberto Saviano, autore del libro-inchiesta “Gomorra”, e di tutte le realtà cittadine e giovanili che non vogliono arrendersi alla criminalità e alla sua violenza, al loro “sistema” senza futuro.

Esempio recente ne è anche il brano “Voglie parlà”, che condannando il muro di omertà camorrista ha vinto l’ultima edizione di “Voci per la Libertà – Una canzone per Amnesty”.

Costantemente impegnati in iniziative a favore dei diritti umani e contro tutte le mafie, in attesa di un progetto di incontri-showcase da realizzare nelle scuole campane, e fra i protagonisti del film-documentario di Enrico Caria “Vedi Napoli e poi muori” in uscita a fine novembre, in questi giorni hanno portato la loro “esperienza diretta” alla TV Svizzera, ad “Onda Anomala” di Radiopopolare, a “Cantanapoli” di Radio1Rai, e domani sera alle “Invasioni Barbariche” su LA7.

MINIBIO 'A67 (www.a67.it --- www.myspace.com/sessantasette)

Giovane band napoletana che si muove nei territori del funk, del rap, del rock.

Nel 2004 esordiscono con un ep e di lì vincono il premio SIAE fra gli emergenti segnalati dalla trasmissione "Demo" di RadioRai, partecipano ad alcune colonne sonore e a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche. Del 2005 è l'album "'A CAMORRA SONG’IO" (Polosud) - cui ha collaborato anche Daniele Sepe - in cui gli 'A 67 giocano con le contaminazioni, l’eco propulsiva della Napoli degli anni Settanta, le emozioni vissute "ngopp'a pelle" che permettono loro di sopravvivere alle bombe nel video-cartone realizzato con le scuole elementari del loro quartiere (per la regia di Enrico Caria, Felice Farina e Luca Ralli), fra i dieci lavori finalisti di "Video Clipped The Radio Stars 2005", il concorso organizzato dalla Fandango con il MEI e in collaborazione con Kataweb. Nell'estate 2006 sono fra i selezionati del Mantova Musica Festival e vincitori di "Voci per la libertà - Premio Amnesty", e parallelamente all'attività di concerti varano "ALIEN'AZIONE. Dallo spazio periferico dritti al centro", uno spettacolo di canzoni e racconti patrocinato da Amnesty International e con la mediapartnership di Radiopopolare, portato in comunità di accoglienza, carceri, centri di assistenza psichiatrica, festival, cui partecipano numerosi ospiti speciali.


Il lavoro del gruppo sta riscuotendo molto interesse anche all'estero, con servizi di France Presse (ripresa da decine di quotidiani nazionali in tutto il mondo), BBC World e BBC US, Rai International... EdelNet, divisione digitale di Edel Italia, distribuisce il disco su centinaia di piattaforme di download digitale e di telefonia mobile (fra cui Itunes).

Gli 'A67 sono:
Daniele Sanzone (Voce)
Andrea Verdicchio (Sassofono)
Enzo Cangiano (Chitarra)
Alfonso Muras (Basso)
Luciano Esposito (Batteria)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.