Yoko Ono riapre, dopo 40 anni, la galleria dove conobbe John Lennon

Yoko Ono riapre, dopo 40 anni, la galleria dove conobbe John Lennon
Il suo nome non dice molto alla maggior parte della gente, probabilmente niente del tutto ai giovani, mentre solamente i più assatanati fan dei Beatles lo conoscono. E' Indica, la galleria d'arte di Londra in cui John Lennon conobbe Yoko Ono e che per una breve stagione, quella della Swingin' London, fu un importante punto di riferimento culturale e sociale dei giovani cool britannici. Fondata da tre giovanotti -Barry Miles, John Dunbar e Peter Asher- che di arte ne sapevano poco ma che in compenso avevano i contatti giusti con la gente più cool (anzi, come si diceva in quegli anni, più groovy), Indica, nella zona di Mayfair, aprì nel novembre 1965 e chiuse i battenti nel novembre 1967. Ora una replica di Indica riapre, sebbene come mostra e non come galleria. Non è più in Mayfair, la zona in cui per lungo tempo soggiornò Mick Jagger, ma a Soho, l'area in cui negli anni Sessanta e Settanta (in Wardour Street) si firmavano i contratti discografici. L'esposizione, "Riflemaker becomes Indica", ospita nuovamente, come quarant'anni fa, opere di Yoko Ono. Lennon è morto 26 anni fa, i Beatles si sono sciolti 36 anni fa, e lei, inossidabile, c'è ancora. La vedova Lennon si è fatta vedere all'inaugurazione e forse tornerà prima della fine della mostra, prevista per il prossimo febbraio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.