Horrors a New York, rissa e 11.000 dollari di danni

E' finita in risse e caos la seconda esibizione statunitense degli Horrors. Il gruppo britannico, scoperto dall'NME, è arrivato a mezzanotte allo Stereo Club di New York ed inizialmente le cose sono andate bene. Inizialmente. Vediamo la ricostruzione degli eventi fornita dallo stesso NME. Pat Long del setimanale stesso: "Gli Horrors hanno un qualcosa che davvero indispone certa gente. Una cosa simile era successa qualche mese fa al Junk Club di Southend. Ma stasera c'era davvero una bella atmosfera, era un evento per soli inviti organizzato dalla rivista 'Nylon'". James Jam dell'NME: "E' stato uno dei concerti più eccitanti/confusi/sconvolgenti a cui sia mai stato". Long: "Prima del concerto ho parlato col gruppo ed ho capito che, sebbene fossero a New York ormai da quattro giorni, i ragazzi non avevano dormito niente, erano stanchi ed incazzati. Hanno iniziato il set con un muro di rumore. Faris Rotter ha iniziato a spaccare le luci con l'asta del microfono e a tirare giù tutte le decorazioni che c'erano sul soffitto, tra le quali un grosso zombie di plastica che ha buttato in mezzo al pubblico. Non mi sorprende che la gente glielo abbia subito tirato addosso, cosa che ha trovato scocciante. (...) Poi Faris si è buttato in mezzo alla gente, e gli hanno tirato addosso della birra e lo hanno preso a calci. E' tornato sul palco ed hanno fatto un altro paio di pezzi". Christian Owens, spettatore: "Un tipo vestito da Freddy Krueger è salito sul palco e ha dato un pugno al cantante". Long: "Il set è finito con Faris che ha spalmato vernice nera sullo schermo sul palco, poi ha spaccato le luci ed un proiettore DVD. Quando la band se ne è andata c'è stato un silenzio irreale, la gente era lì in piedi meravigliata". Jam: "C'era sangue e vetri rotti dappertutto". Long: "Il giorno dopo ho scoperto che i danni fatti al locale ammontavano a 11.000 dollari".
(Fonte: "New Musical Express")
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.