I Subsonica presentano Cd e DVD live: 'Ecco come 'maturano' le nostre canzoni'

I Subsonica presentano Cd e DVD live: 'Ecco come 'maturano' le nostre canzoni'
Di una cosa sono sicuri i Subsonica, oggi a Milano per presentare alla stampa il doppio Cd "Terrestre live ed altre disfunzioni" e il documentario in DVD "Be human - Cronache terrestri - tour 2005", in uscita il prossimo 10 novembre: "Questa non è la solita pubblicazione natalizia usa e getta per accontentare i fan", assicura Boosta. Già, perché in questa tripla uscita, che raccoglie - oltre a live set e dietro le quinte catturati durante il "Terrestre tour" del 2005 - anche un disco acustico contenente tre cover inedite, "Angeles" di Elliot Smith, "Chase the devil" di Max Romeo e "Coriandoli a Natale" dell'amico (scomparso nel 1997) Gigi Restagno, c'è la voglia di documentare il processo di "stagionatura" delle canzoni, che - nate in studio - vengono successivamente portate sui palchi dei più grandi eventi live. "Siamo abituati a lavorare a contatto con le macchine", confessano loro, "E quando ci troviamo a provare le canzoni per il live all'inizio c'è sempre qualcosa che non funziona. Poi, quasi inconsapevolmente, cominciamo ad apportare qualche piccola modifica all'arrangiamento, ed il mosaico prende forma. Ci siamo accorti, però, che dopo un tour le canzoni assumono una veste diversa rispetto a quella 'indossata' su disco. Per questo i brani live inseriti su Cd e DVD sono stati registrati in occasione dell'ultima data del 'Terrestre tour', a Torino". E per quanto riguarda il DVD? "Non avevamo voglia di fare un altro DVD live. Abbiamo così affidato la realizzazione di 'Be human' al nostro concittadino Luca Pastore, che ha saputo creare una sorta di 'rockumentary' che mostrasse, oltre ai classici spezzoni live, anche la vita della band in tour, alti e bassi compresi". Fa un certo effetto, però, pensare ai paladini dell'elettronica sposata al rock tricolore alle prese con spazzole e chitarre acustiche... "Nessuno stupore", interviene Max Casacci: "Noi abbiamo lo stesso feeling sia quando lavoriamo davanti ad un computer sia quando pizzichiamo con le dita le corde di una chitarra. E' stata un'ottima idea, quella di rielaborare parte del nostro repertorio in chiave unplugged senza rinunciare al cut & paste digitale, perché ci ha permesso di trarre ispirazione per il nostro prossimo album, che pure avrà una solida matrice elettronica. Da questo punto di vista, 'Angeles' ci ha aperto gli occhi...". Perché proprio Elliot Smith? "Sono stato io a proporre la cover", interviene Samuel: "Innanzitutto perché mi piace, e poi perché - essendo una canzone molto lontana dalle nostre corde - ci ha permesso di sbizzarrirci nell'elaborazione". Che ci sia stata un po' di "ansia da prestazione", accostandosi all'opera di uno dei più grandi songwriter degli ultimi anni? "No", risponde sorridendo il cantante, "perché più che il confronto abbiamo inseguito la rielaborazione personale". Loro, da sempre paladini della tecnologia applicata all'arte (tanto che, grazie al loro "diario di bordo" pubblicato sul sito Web della band, interagiscono via pc con i fans quasi quotidianamente), come vedono il file sharing, additato dalle grandi associazioni (RIAA in testa) come causa principale della crisi discografica mondiale? "Bene, molto bene", risponde Ninja, batterista e "ministro della tecnologia" in casa Subsonica: "Ascoltare musica gratis da Internet, oggi come oggi, non può che essere positivo, e non può che fare bene alla musica in generale. In questi tempi è diventato quasi indispensabile, un po' perché la musica costa troppo, e spesso è frustrante uscire da un negozi di dischi con 2 Cd in mano e 50 euro in meno nel portafoglio, e poi perché i palinsesti delle radio hanno raggiunto un livello di omologazione tale da non poter più permettere alcuna scoperta, soprattutto di band emergenti". "E' molto utile", ribatte il "presidente" Max Casacci, "Poter ascoltare prima di andare a comprare qualcosa. Anche noi lo facciamo, per informarci e soprattutto per scoprire nuovi artisti. Perché se dovessimo affidarci a media come radio e televisione, allo stato attuale delle cose, avremmo molta meno scelta. Questa non è pirateria, non è comprare dischi contraffatti. Quella è pirateria, non il file sharing...".
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.