La polizia fa causa a The Game

La polizia fa causa a The Game
Cinque poliziotti del Nord Carolina hanno denunciato per diffamazione The Game. Hien Nguyen, Matthew Brown, Ryan Childrey, Romaine Watkins e David Gregory, ufficiali di polizia del distretto di Five Greensboro, accusano il rapper di averli pubblicamente umiliati nel corso di una intervista televisiva, nella quale The Game commenta il suo arresto del 28 ottobre 2005. I poliziotti, in servizio in un centro commerciale, avrebbero - secondo il racconto dell’artista - usato le maniere forti, arrestandolo per aver firmato autografi con un trattamento simile a quello riservato a suo tempo a Rodney King. Secondo invece il rapporto della polizia, The Game si sarebbe presentato nel centro commerciale con indosso una maschera di Halloween e avrebbe disturbato i clienti con il suo linguaggio scurrile a voce alta. Invitato a moderare i toni e togliere la maschera, il rapper avrebbe reagito con violenza, costringendo la polizia all’arresto (vedi News). Le guardie chiedono un risarcimento di decine di migliaia di dollari.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.