Comunicato Stampa: 'Xavier Dreaming China - Il sogno di Saverio'

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Xavier Dreaming China - Il sogno di Saverio.

A conclusione dell'Anno Saveriano sarà messa in scena un'opera concerto sulla vita di San Francesco Saverio.
Il comitato per le celebrazioni dell'Anno Saveriano, iniziato il 3 dicembre scorso, sta organizzando un concerto conclusivo all'Auditorium del Massimo, Roma-Eur, il giorno 6 dicembre 2006 alle ore 21.00 e 7 dicembre 2006 alle ore 12.00 e a Napoli all' Auditorium del Conservatorio San Pietro a Majella il giorno 8 dicembre alle ore 21.00.
Si tratta di un evento internazionale, sotto l'alto Patronato della Presidenza della Repubblica Italiana, che prevede la partecipazione di un'importante orchestra con coro di 100 elementi dall'Ukraina "LIATOSHINSKIY DI KIEV" e quattro solisti italiani, GIANLUCA TERRANOVA, SARA 6, ALBERTO BERTOLI, LAURA PUGLIESE E LUCA ROMANI, che ripercorreranno la vita e il viaggio di San Francesco Saverio sino alle porte della Cina.
È un'opera in forma di concerto, parte in italiano, parte in inglese, scritta appositamente per questa chiusura da un rinomato compositore italiano, vicino alla Compagnia, intitolata Xavier Dreaming China - Il sogno di Saverio.
Le musiche originali sono del maestro ENRICO BLATTI e i testi sono stati scritti da librettista ENNIO SPERANZA.
Importante è sottolineare lo scopo principale dei concerti di Roma e Napoli che è quello di raccogliere dei fondi che serviranno per sostenere le opere in Romania dei gesuiti italiani (case-famiglia per i bambini del p. Massimo Nevola S. I.).
E' possibile prenotare i posti e avere informazioni telefonando al n. 06.543961 - 081.7049111o scrivendo a xavier@gesuiti.it "Così come la Compagnia aveva svolto un ruolo fondamentale nell'arte, nella cultura e nel pensiero dei secoli passati (per tutte valgano le commissioni a Rubens), così oggi continua a formulare proposte in grado di incidere nella cultura e nella spiritualità contemporanee, spiega l'organizzazione dei Gesuiti.
Attraverso la riflessione/commissione di opere d'arte si vuole continuare quel dialogo parzialmente interrotto negli ultimi secoli, limitatamente al terreno dell'arte, tra Chiesa e mondo laico.
Si tratta, conclude l'organizzatore dell'evento, di entrare là dove il mondo dell'arte si situa, con i suoi artisti, con le sue tematiche, con le sue difficoltà. Entrare nel mondo, a partire dal suo linguaggio, dalla sua sensibilità, per veicolare un messaggio universale, a partire dalle singole poetiche degli artisti. "
Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.