U2 contro Lola, si va in appello. Bono in tribunale a Dublino

U2 contro Lola, si va in appello. Bono in tribunale a Dublino
A distanza di oltre un anno dal processo in cui al Circuit Civil Court di Dublino il giudice Matthew Deery ordinò a Lola Cashman, ex stylist degli U2, di riconsegnare alla band gli oggetti causa di disputa, tra i quali un cappello da cowboy di marca Stetson ed un paio di pantaloni, si è ricominciato a parlare di tutta la vicenda al processo d'appello. La Cashman ha sempre sostenuto che fu Bono a regalarle gli indumenti ed altri oggetti che non intende restituire; secondo la donna, dopo un concerto particolarmente ben riuscito, il cantante, entusiasta, si sarebbe messo a correre in giro per il backstage in mutande per poi farle dono degli oggetti. Ma, senza l'approvazione degli U2, la Cashman non può rivendere gli articoli. E così ha fatto ricorso. Bono si è presentato alla High Court di Dublino per testimoniare nuovamente, e nuovamente ha ribadito la sua versione, e cioé che cappello e tutto il resto fu di fatto rubato dalla donna. Il cantante, con un paio di occhiali "wrap-around" di colore rosa, ha detto: "E' roba nostra. Ce l'ha lei, ed ha anche altre cose. Rivogliamo la nostra roba. Non vogliamo che la venda".
Dall'archivio di Rockol - Quel caro vecchio saggio di Bono
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.