Musica in rete, un'alleanza internazionale contro il sito russo Allofmp3

Musica in rete, un'alleanza internazionale contro il sito russo Allofmp3
Il sito russo che vende musica in download a prezzi stracciatissimi sostenendo di esserne regolarmente autorizzato da una locale società degli autori resta una costante preoccupazione per l’industria musicale internazionale, considerato il fatto che opera anche in lingua inglese e che i suoi clienti sono sparsi in tutto il mondo. Per cercare di bloccarlo si è costituita un’alleanza internazionale a cui aderiscono organizzazioni dei discografici (quella internazionale, IFPI, l’americana RIAA, l’inglese BPI) e degli editori (la confederazione internazionale CISAC) e che ad Allofmp3.com ha appena indirizzato un “questionario” chiedendole di giustificare la sua presunta legalità. I titolari dei copyright contestano infatti al Website russo la mancanza di una legittima licenza di vendita, dal momento che la società degli autori da cui avrebbe ricevuto i permessi, ROMS, non ha alcun mandato da parte dei principali autori ed editori locali e internazionali di musica ed anzi è stata espulsa nel 2004 dalla stessa CISAC. Ad Allofmp3.com gli esponenti dell’industria musicale chiedono anche di specificare l’entità dei suoi introiti e delle somme distribuite agli artisti e agli altri aventi diritto, nonché una dimostrazione effettiva degli avvenuti pagamenti. Il tutto per arrivare alla domanda chiave: “Quando smetterà, Allofmp3.com, di sfruttare illegalmente il lavoro di compositori, autori e editori, e che passi intende fare per conformarsi alle leggi che vigono al di fuori dei confini russi?”. Sul sito i nuovi album in formato mp3 di Sting, Rod Stewart, Killers, Beck, Evanescence e molti altri vengono venduti a prezzi variabili tra i due dollari e i due dollari e mezzo, in alcuni casi anche a meno.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.