NEWS   |   Italia / 15/10/2006

Seba pubblica l'album ‘Quadri d’autore’: ‘Sono state premiate le mie capacità'

Seba pubblica l'album ‘Quadri d’autore’: ‘Sono state premiate le mie capacità'
L’abbiamo ascoltato in radio per diversi mesi con il singolo “Domenica d’estate”: ora Seba (Sebastiano Barbagallo) pubblica il suo album d’esordio dal titolo “Quadri d’autore”.
“Scrivo musica da quindici anni”, spiega il cantante catanese a Rockol: “Nel tempo mi sono sempre più perfezionato grazie anche a delle esperienze musicali fatte in giro con il gruppo con cui suonavo. Ad un certo punto ho avuto l’esigenza di intraprendere un percorso solista e così è nato questo album che racchiude il mio modo di vedere le cose attraverso le mie canzoni”.
Il disco, oltre a contenere “Domenica d’estate”, raccoglie altri nove brani inediti tra cui il secondo singolo estratto “Minigonna blu”: “Sono stato molto premiato dalle TV e dalle Radio quest’estate. I miei singoli stanno avendo molti passaggi e sinceramente non me l’aspettavo”, precisa l’artista, “Il bello della musica è questo, non ci sono regole, nessuno obbedisce a degli schemi, se un brano piace non importa chi l’abbia scritto, ma viene passato comunque, che tu sia un grande artista oppure un esordiente. In questo caso sono state premiate le mie capacità, e non potrei essere più contento”.
Durante l’estate Seba è stato inserito nel cast del Festivalbar: “Ho provato grandi emozioni ad esibirmi sul palco e a partecipare ad un festival che ospita degli artisti di fama internazionale”, spiega Seba, “E’ stata una bella esperienza, anche se la manifestazione quest’anno non ha avuto molto seguito, e questo rispecchia un po’ la crisi che sta colpendo il panorama musicale in Italia. Noto che non ci sono molti artisti che meritino attenzioni, e penso che gli unici a meritarsela ultimamente siano stati i Negramaro. Ci sono poi cantautori che in Italia non tramonteranno mai come il mio concittadino Franco Battiato, oppure Ivano Fossati e Lucio Battisti. Dei miei ‘coetanei’ ammiro molto Simone Cristicchi e Pacifico, mentre gli artisti stranieri che seguo da sempre sono quelli che hanno fatto la storia del rock negli anni Ottanta, come ad esempio gli Smiths”.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi