'Un giorno triste per la musica': chiude Tower Records

'Un giorno triste per la musica': chiude Tower Records
E’ proprio arrivato il momento dell’addio, per uno dei marchi più noti ai consumatori di dischi di tutto il mondo? Tower Records, la più celebre catena di negozi di dischi americana fondata nei primi anni ’60 da Russ Solomon, è ufficialmente in liquidazione, dopo che il giudice fallimentare ha chiuso l’asta di aggiudicazione assegnando la vittoria a un gruppo di creditori capitanato dalla società Great American (vedi News) e intenzionato a smembrarne il patrimonio. La loro offerta da 134,3 milioni di dollari ha prevalso su quella della catena concorrente Trans World, l’unica che avrebbe avuto probabilmente interesse a salvaguardare il marchio di Solomon, i suoi negozi e i suoi 2.700 dipendenti.
Una chance di sopravvivenza, in verità, per Tower Records sussiste ancora, almeno nel mondo on-line: una società facente parte del consorzio di Great American, Norton LLC, ha offerto 3,8 milioni di dollari per l’acquisto del sito Tower.com e della rivista a distribuzione gratuita Pulse. Ma intanto Tower ha già iniziato le svendite pre-chiusura, e al suo indirizzo arrivano i primi messaggi di cordoglio: “E’ un giorno triste per il music business e mi sento male per tutti i dipendenti della società” ha detto Jim Urie, responsabile della distribuzione dello Universal Music Group. “Tower rimarrà probabilmente il più importante brand di tutti i tempi nella storia del commercio discografico”. Solomon aveva aperto il suo primo punto vendita nel 1960 nel retrobottega di una drogheria gestita dal padre a Sacramento, in California. Al 1969 risale invece l'inaugurazione dello storico negozio sul Sunset Boulevard di Los Angeles.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.