NEWS   |   Industria / 09/10/2006

Sony BMG, appello alla Corte Europea per salvare il 'merger'

Sony BMG, appello alla Corte Europea per salvare il 'merger'
“La decisione presa nel 2004 dalla Commissione Europea di dare il via libera alla joint venture discografica Sony BMG è stata corretta sia sul piano giuridico che su quello pratico”. Con queste parole la società tedesca Bertelsmann ha motivato l’appello che la major ha presentato alla Corte Europea di Giustizia giovedì scorso (5 ottobre), dopo che la Corte Europea di Primo Grado aveva accolto un reclamo dell’associazione delle indies Impala ravvisando irregolarità nel procedimento di autorizzazione del “merger” e mettendo in dubbio gli effetti dell’operazione sul piano concorrenziale (vedi News). La Corte di Giustizia, a cui ora è demandata la parola definitiva sul caso, ha sede in Lusssemburgo ed è la massima autorità giudicante della UE.