NEWS   |   Industria / 09/09/2006

L'asta per Tower Records: in lizza c'è anche Nile Rodgers (Chic)

L'asta per Tower Records: in lizza c'è anche Nile Rodgers (Chic)
L’asta di aggiudicazione di Tower Records (vedi News), a quanto pare, si sta trasformando in un testa a testa tra la catena concorrente Trans World Entertainment e Radius, una società di investimenti con base a Chicago. Nel management di quest’ultima figurano anche Michael Ostin, ex top manager di Warner Bros. Records e DreamWorks, e Nile Rodgers degli Chic, proprietario tra l’altro di una società indipendente di distribuzione (Sumthing). E ora in molti sembrano fare il tifo per loro: se Tower venisse assorbita da Trans World, sostengono, perderebbe le caratteristiche che l’hanno resa unica fino ad oggi.
"Tower", ha aggiunto un anonimo funzionario della società al Los Angeles Times, "è come un'auto d'epoca: ci può essere un po' di ruggine sulla carrozzeria, ma può essere restaurata". Il suo debito ammonta a 210 milioni di dollari: tuttavia, stando alle informazioni raccolte dal quotidiano californiano, solo 13 dei suoi 89 negozi americani sono in perdita.