Pete Seeger: ‘Non voglio essere famoso’

Gino Castaldo de La Repubblica ha raggiunto Pete Seeger nella sua casa di Beacon (New York). Il cantautore americano ha riconquistato la notorietà grazie al disco tributo di Bruce Springsteen: “We shall overcome: The Seeger sessions”. “L’ho saputo quando era troppo tardi. Sinceramente avrei chiesto di non usare il mio nome, perché gran parte della mia vita sono stato protetto dalla mia reputazione di uomo di sinistra e ho potuto vivere in modo più o meno normale, così la mia ‘copertura’ è saltata”, ha spiegato Seeger. Recentemente è stato pubblicato da Il Manifesto il disco “Pete Seeger in Italia”, documento che testimonia il concerto che il cantautore statunitense tenne a Torino nel 1977 all’interno del festival dedicato a Victor Jara. Il CD è in vendita al prezzo di dieci euro.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.