Al via a Arezzo il 'Festival della Storia'

Il prossimo 28 settembre prenderà il via ad Arezzo la tre giorni dedicata al Festival della Storia.
“Timeline”, questo il nome dell’iniziativa, si svolgerà nelle piazze della città toscana che per l’occasione saranno animate da tavole rotonde e spettacoli.
“Abbiamo organizzato questo festival”, ha spiegato l’Assessore provinciale alla cultura Emanuela Caroti, “perché siamo convinti dell’importanza e della necessità di offrire una lettura della complessità del mondo moderno da condividere con tutti i cittadini. Alle tavole rotonde ed ai dibattiti si accompagneranno cinema, teatro, musica e arti visive tutte legate al filo conduttore ‘incontri e conflitti mediterranei’”.
Durante il Festival si parlerà di religioni con Franco Cardini, di colonialismi con Nicola Labanca, di viaggi mediterranei con Stefano Malatesta, di condizione della donna con Anna Scattigno, di letteratura mediterranea con Laura Barile e Adrian Grima, di Islam europeo con Stefano Allievi, di modelli europei di integrazione con Leonardo Paggi.
Nel corso dei tre giorni ci saranno inoltre proiezioni di film al Cinema Eden, spettacoli musicali e teatrali in piazza San Francesco e piazza San Jacopo, una cena multietnica, la presentazione di libri nelle scuole aretine con incontri tra gli autori e gli studenti, una mostra itinerante di arte contemporanea, la presentazione del DVD “E voglio vedere… Ritratti di donne migranti” (regia di F. Tanzi realizzato in collaborazione con Ucodep) ed una serie di escursioni turistiche nel territorio dal titolo “Del viaggiare e dei viaggiatori in terra di Piero”, curate dall’associazione geografica del viaggio lento (www.viaggiatori.com).
Per maggiori informazioni sul programma telefonare al numero 0575 399773, oppure consultare il sito Internet www.provincia.arezzo.it.
Music Biz Cafe Summer: Covid-19, le sfide di artisti e discografici
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.