File sharing illegale, anche eDonkey sventola bandiera bianca

File sharing illegale, anche eDonkey sventola bandiera bianca
Cede un altro dei pilastri del file sharing “pirata”. Dopo Grokster, Bearshare e KaZaA (vedi News) è ora la volta di eDonkey, i cui proprietari MetalMachine, Sam Yagan e Jed McCaleb hanno concordato di smantellare le piattaforme di distribuzione (eDonkey, eDonkey 2000) e i motori di ricerca (Overnet) da loro controllati, pagando all’industria discografica 30 milioni di dollari di danni in cambio della cessazione delle ostilità giudiziarie. Secondo stime di mercato relative al 2005, il servizio ospitava regolarmente tra i 2 e i 3 milioni di utenti generando un volume di traffico compreso tra i 500 e i 2 miliardi di file (illegali). La cifra concordata a titolo di risarcimento con l’associazione delle etichette discografiche è la stessa pagata da Bearshare, che all’accordo extragiudiziale era arrivata nel maggio scorso. Grokster, il primo grande sito “pirata” ad alzare bandiera bianca (nel novembre 2005), aveva pagato 50 milioni di dollari; KaZaA, in luglio, si era invece accordata per 115 milioni di dollari (vedi News).
“E’ un’altra tessera del domino che cade, un'altra pietra miliare nella trasformazione in corso nel mercato della musica digitale” ha commentato soddisfatto Mitch Bainwol, presidente della RIAA (l’associazione dei discografici americani) a proposito dell’accordo con eDoneky. Lo stesso Bainwol ha indicato in LimeWire (“che continua a violare la legge ricavando profitti dal furto di contenuti protetti da copyright”) il prossimo bersaglio dell’associazione: nei confronti della Web company è pendente una causa presso la Corte Distrettuale federale di New York.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.