Lorenzo 'Jovanotti' compie 40 anni e li festeggia con un libro

Lorenzo 'Jovanotti' compie 40 anni e li festeggia con un libro
Si intitola “Quarantology” il libro che festeggia i quarant'anni del “ragazzo fortunato” Lorenzo Cherubini. Il cantante meglio conosciuto come Jovanotti passerà la soglia degli “anta” il 27 settembre, ma si è già fatto un regalo: un poderoso libro fotografico pubblicato da Rizzoli, in uscita in questi giorni. “Quarantology” contiene oltre 500 immagini che Lorenzo ha scelto e commentato, per ripercorrere la sua carriera ventennale e la sua vita. “A me non piace guardarmi indietro”, racconta a Rockol, “ma per una volta mi sono concesso il lusso di farlo, aprendo gli scatoloni delle vecchie foto, e ci ho trovato un mondo intero. Niente come una fotografia riesce a riaccenderti un momento della vita: ho rivissuto vent'anni”, racconta con il suo solito, contagioso entusiasmo. “Questo libro è un modo per dire eccomi, è una autocelebrazione: sono convinto che noi italiani dobbiamo a farlo di più, sopratutto nella musica. Gli americani e gli inglesi sono bravissimi in queste cose, a raccontarsi quanto sono fighi.... Noi non abbiamo neanche un award annuale in cui ci diciamo quanto siamo bravi e belli, in cui tiriamo le somme di cosa abbiamo fatto nell'ultimo anno... Magari non fa bene alla musica in senso stretto, ma sicuramente all'industria sì. Autocelebrarsi è un modo di volersi bene: allora ci ho voluto provare, e sono emozionato dal risultato: appena questo librone mi è arrivato a casa nella versione definitiva l'ho messo sul portapacchi della moto e sono volato a farlo vedere a mia madre”.
“Le foto che mi emozionano di più sono quelle di quando ero un pischello, anche se ero già alto 1.90”, continua. “Mi emoziona vedere quante robe ho fatto anche se penso che il meglio debba ancora venire”, dice. Ma sicuramente, aggiungiamo noi, tra le cose più divertenti del libro ci sono i commenti alle foto, che Lorenzo ha voluto in fondo al libro, separati dalle immagini. “Sono didascalie”, spiega “e non volevo che distraessero l'occhio, perchè poi uno finisce per leggere, non per guardare”. In fondo al libro si trovano racconti in prima persona di episodi gustosi e retroscena inediti, come quello del sostegno ricevuto da De André che, incontrato nel backstage del Festival di Sanremo (dove sua moglie Dori Ghezzi era in gara) alla fine degli anni '80, gli disse che faceva il tifo per lui. O la mezza delusione dell'incontro con Prodi, che lo ricevette a Bruxelles: “Parlammo della questione del debito dei paesi poveri”, scrive Lorenzo, “Ascoltava con gli occhi chiusi quello che avevo da dire e poi sostanzialmente scaricò il barile sulla Banca Mondiale, sul fondo monetario e sui singoli governi, seppure mi assicurasse che personalmente la cosa gli stava a cuore. Quello che mi aspetto, ora, è che da Presidente del Consiglio nel suo Paese metta la questione della povertà nella sua agenda, ma per ora non mi pare che ne abbia intenzione. Io ci spero ancora”.
Ma visto che Lorenzo è uno che guarda avanti, la conversazione scivola inevitabilmente verso il futuro: ora lo aspetta un po' di vacanza (“anche se il confine tra vacanza e lavoro, per i privilegiati che fanno il mio mestiere, è molto labile”) qualche viaggio (“mi piacerebbe andare in Giappone e nel Corno d'Africa”, dice). Poi, da gennaio, si butterà nella scrittura dei nuovi pezzi. Anche se, annuncia, un tour da Dj nei club (con Saturnino, un batterista, e un po' di elettronica) potrebbe succedere a qualche punto dell'anno prossimo.
Dall'archivio di Rockol - Lorenzo racconta "Oh, vita!": la videointervista
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.