Rapporto IFPI: in Usa, Corea e Canada i download cancellano i cd singoli

Complice l’enorme popolarità degli iPod e degli altri lettori mp3 portatili, già oggi (anzi ieri: i dati si riferiscono a fine 2005) il 74 % dei singoli venduti al mondo, quasi tre su quattro, è scaricato a pagamento da Internet sotto forma di file, tanto che in alcuni paesi il cd singolo sta già diventando un ricordo. Il rapporto “2006 Global Recording Industry In Numbers”, appena pubblicato dall’associazione di categoria IFPI, informa infatti che negli Stati Uniti, paese leader nei consumi musicali, la percentuale dei singoli digitali (download a pagamento) tocca già il 99 %; così anche in Corea del Sud, mentre il Canada segue a poca distanza (97 % delle vendite). Gli Usa sono saldamente in testa nelle vendite complessive di singoli, “fisici” e “virtuali”, 372 milioni di pezzi su un totale mondiale di 631 milioni, seguiti a notevole distanza dal Giappone (76 milioni di pezzi): nel paese del Sol Levante, però, le vendite di download rappresentano appena il 16 % del totale, molto più basse percentualmente di quelle italiane (il 76 % dei 4 milioni di pezzi venduti è rappresentato dai file scaricati da Internet), inglesi (49 %) e tedesche (45 %), mentre la Francia era ferma, a fine 2005, al 25 %.
Grazie al boom digitale le vendite di singoli hanno superato quantitativamente per la prima volta il livello del 1979. Il prezzo molto più contenuto dei download (il famoso 0,99 a canzone…) ha tuttavia i suoi riflessi negativi in termini di valore e di fatturato: crollato del 25 % rispetto al livello di cinque anni fa.
Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.