50 Cent accusato di picchiare i suoi fans

50 Cent accusato di picchiare i suoi fans
50 Cent è accusato di aver picchiato due ragazze durante un concerto. La vicenda risale a due anni fa, quando il rapper si esibì all'Hippodrome di Springfield, Massachussets (vedi News): Donna DeJesus, 25 anni e Taneka Nesbitt, 27, sarebbero rimaste coinvolte nei tumulti scatenati dall’artista dopo essere stato colpito da una bottiglia d’acqua lanciata da un ragazzo tra il pubblico. La DeJesus afferma d’essere stata colpita in faccia, mentre la sua amica avrebbe avuto la peggio, essendo stata scaraventata a terra dal rapper, riportando la frattura del ginocchio. All’epoca, dopo questa sua performance sotto il palco, 50 Cent fu condannato ad un periodo di libertà vigilata, ad offrire servizi per la comunità e a seguire un programma per il controllo della rabbia.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.