Hacker viola i codici di protezione dei file WMA, Microsoft corre ai ripari

L'azienda di Redmond è costretta ad aggiornare in fretta e furia i suoi software di protezione musicale, dopo che un hacker coperto dal nome in codice di "viodentia" ha pubblicato sul forum www.doom9.org un programma, FairUse4WM, che permette di eliminare dai file musicali in formato WMA (versione 10 o 11 "PlaysForSure") i codici di protezione DRM che ne bloccano la copia e la circolazione non controllata. L'escamotage, assicura chi l'ha provato, funziona sia con i file acquistati che con quelli "noleggiati" da servizi musicali in abbonamento, consentendo agli utenti di scaricare gratuitamente, in questo caso, un numero infinito di tracce a costo praticamente zero. Il software pirata è nato come applicazione destinata a convertire il contenuto dei dvd in file digitali salvabili sul disco fisso del computer e condivisibili con altri utenti.
"Microsoft afferma da tempo che qualunque sistema di protezione DRM può essere eluso, una posizione di cui anche i nostri partner fornitori di contenuti sono ben coscienti", hanno replicato i portavoce dell'azienda con un comunicato. "Ecco perché abbiamo disegnato il sistema DRM di Windows Media in modo da renderlo rinnovabile quando si verificano eventi del genere". Ma intanto per Bill Gates e le piattaforme che ne utilizzano i software musicali, come Napster, Rhapsody e Urge di Mtv, FairUse4WM è un segnale forte di vulnerabilità.
Dall'archivio di Rockol - I migliori album tributo del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.