Dopo gli Arctic Monkeys ecco gli Horrors. Presto parleranno tutti di loro?

Dopo il fenomeno, anzi il vero e proprio boom degli Arctic Monkeys, i media musicali britannici non sono più riusciti a scovare altri gruppi capaci di suscitare un grande interesse. Ma forse il momento giusto è arrivato: più di un indizio fa infatti ritenere che ci sia una nuova band sulla quale puntare alla grande. Si tratta degli Horrors, una formazione che nel giro di poche settimane è riuscita a catalizzare l'attenzione sia dei normali fruitori di musica sia dei giornalisti. Formatisi dieci mesi fa a Southend, e con pochissimo airplay, questi cinque ragazzi piuttosto emaciati dapprima hanno messo assieme una considerevole "fanbase" e poi sono partiti alla conquista del circuito dei pub. Cresciuti a pane e garage anni Sessanta, con del punk anni Settanta come condimento, i ragazzi, capitanati dal cantante Faris Rotter, hanno festeggiato la pubblicazione del loro secondo singolo, "Death at the chapel", con un concerto al semileggendario 100 Club di Londra. Dall'inizio dell'estate ad oggi per gli Horrors le cose sono andate sempre meglio; prima l'NME, che sarà anche "vecchio" ma tiene le antenne sempre ben dritte, li ha schiaffati in copertina, poi hanno avuto l'ok alla registrazione del terzo singolo. In questi giorni la band è infatti in studio per lavorare su "Count in fives", che sarà pubblicato nel prossimo ottobre. A precedere il disco sarà un'esibizione che probabilmente finirà "sold out" in pochi minuti: gli Horrors si esibiranno al Coronet di Londra il 24 settembre ed il concerto sarà ripreso dalle telecamere di Channel 4.
Dall'archivio di Rockol - I dieci migliori album del 1987
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.