Comunicato Stampa: On The Road Festival

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

On The Road Festival
Premio Comune di Pelago per musicisti e artisti della strada
PELAGO (Firenze) – XVIII edizione - 6-9 luglio 2006

Venerdì 7 luglio 2006 – ingresso 8 euro – apertura ore 18
ore 17 - Palazzo Comunale, presentazione del libro
"Folk geneticamente modificato"

ore 21,30 – Palco Centrale - “18 anni di Pelago”
CLAUDIA BOMBARDELLA ENSEMBLE
ORKESTRA ZBYLENKA

ore 22,30 – Blues Corner
Geoff Richardson & Jim Leverton (Caravan)
in concerto + dalle ore 18 buskers, musicisti, giocolieri...

Il poetico ensemble di Claudia Bombardella, la divertente Orkestra Zbylenka, il set acustico di Geoff Richardson & Jim Leverton (Caravan)... Sono solo alcuni ospiti della scoppiettante, seconda, giornata di On The Road Festival, la rassegna/concorso dedicata alle arti si strada, in programma fino a domenica 9 luglio a Pelago (Firenze).
L’appuntamento di venerdì 7 luglio comincia alle ore 17 al Palazzo Comunale, dove il giornalista e scrittore Luca Ferrari presenta il suo libro “Folk geneticamente modificato”, insieme a Fabio Calabrò e Claudia Bombardella.
Dalle ore 21 tutti davanti al Palco Centrale. On The Road Festival celebra i 18 anni di vita – ebbene sì, è maggiorenne – ospitando due formazioni che proprio da Pelago, come buskers, hanno iniziato la propria attività: il romantico, felliniano, ensemble di Claudia Bombardella e la spassosa Orkestra Zbylenka. Sempre venerdì 7 a Pelago, ma nello spazio “Blues Corner”, dalle ore 22,30 un concerto per tutti gli amanti del folk-rock ’70 - ed in particolare del cosiddetto “Canterbury Sound” – insieme a due colonne degli storici Caravan: Geoff Richardson (viola/flauto, ex Penguin Cafè Orchestra) & Jim Leverton (voce/chitarra/basso, Caravan).
Ed ancora, i veronesi Soundit di Verona, il cantastorie Daniele Poli... E poi – e soprattutto - le decine di buskers, musicisti, giocolieri, attori, pittori, madonnari, poeti che partecipano al concorso di On The Road Festival (organizzato dal Comune, che ogni anno assegna premi in denaro ai primi tre classificati, in base alla classifica stilata da una giuria di esperti) e che dalle ore 18 animeranno vie e piazze del borgo medievale.

CLAUDIA BOMBARDELLA ENSEMBLE - "PAESAGGI LONTANI" - Ensemble raffinato dove le sonorità degli strumenti classici(come violino e violoncello) si uniscono con quelle degli strumenti più tradizionali (come fisarmonica e sassofono). Arrangiamenti e contrappunti classici si fondono con stilemi e spunti melodici appartenenti alle musiche tradizionali europee. I brani sono spesso arricchiti da testi in lingua originale, magari di secoli passati, per dar vita ad una musica senza luogo e senza tempo. Musicisti virtuosi suonano insieme e le loro differenti esperienze di studio classico o anarchico danno vita a questo particolare ensemble, che ha un ampio respiro europeo. Dita che si muovono sui tasti bianconeri…dita che scivolano da uno strumento all’altro, rincorrendosi, intrecciandosi sapientemente…musicisti virtuosi ed eclettici spaziano fra periodi storici, viaggiando da un paese all’altro senza sosta, in una continua metamorfosi musicale. La musica si attiene rigorosamente ai diversi stili delle culture che attraversa seppur con grande libertà espressiva e di sviluppo, mantenendo intatto lo spirito specifico di ognuna. L’uso della voce è delicato: spaziando e giocando con i timbri più disparati, in continuo dialogo con gli strumenti, volteggia fra gli stili. In questo modo il concerto si snoda, scorre attraversando spazi di struggente armonia (melodie passionali della tradizione ungherese, askenazi/sefardita), attraversando territori di scontro fra ritmi incalzanti e scatenati della tradizione balcanica,delle danze tradizionali (tarantella,manfrina…), fino alla creazione di quadri dal sapore quasi felliniano…

E se le dita di Gloria Merani scivolano sulla tastiera del violino con capacità espressive ineguagliabili, agili, passionali, creando atmosfere profonde, le virtuose dita di Filippo Burchietti volteggiano fra le corde tese del violoncello, si intrecciano abilmente con quelle di Gloria tra le fila delle melodie, sostenendo, sfidando e raccontando con sottile intenzionalità e ironia. Le dita di Massimo Signorini chiedono libertà, si piegano con passione alle richieste della musica per liberarsi nei momenti giusti e donare alla musica quel tocco di magia assolutamente non prevedibile. Le dita di Massimo Pinca lacerano il tempo, lo dominano, ne escono, vi rientrano con abilità, sicure, sorreggono le atmosfere e stimolano i suoni alla danza. Le dita di Claudia Bombardella, gioiosamente sradicate, compongono, scompongono, si muovono liberamente fra le righe del pentagramma per raccontare storie d’altri tempi e spazi, per cercare di sviluppare e riunire qualità espressive delle tradizioni più lontane. Il risultato è una musica stimolante dal forte impatto emotivo.

Claudia Bombardella - voce, clarinetti, sax baritono, fisa
Gloria Merani - violino - voce
Filippo Burchietti - violoncello - voce
Massimo Signorini - fisa
Massimo Pinca - contrabbasso

Il Popolo del Blues & Eclectic Discs presentano
GEOFFREY RICHARDSON E JIM LEVERTON (CARAVAN) - I CARAVAN sono un gruppo storico della scena musicale inglese, maestri indiscussi del "Canterbury Sound" insieme a Soft Machine e Gong. Sono tornati in attività già da alcuni anni anche se la formazione è ancora una volta cambiata. I tre membri storici sono Pye Hastings (chitarra, voce), il baffuto Richard Coughlan (batteria) e David Sinclair alle tastiere, insieme sin dal 1968. Al posto del defezionario Richard Sinclair, c'è il veterano JIM LEVERTON che ha collaborato con miti come Noel Redding (quando lasciò per formare i Fat Mattress) e il compianto Steve Marriott. Leverton è cantante, bassista e chitarrista. Con lui torna in Italia anche il simpatico violista GEOFFREY RICHARDSON (ex Penguin Cafè Orchestra), che si esibisce anche al flauto. Il loro è un raffinato percorso acustico attraverso la musica dei Caravan e dei progetti soliti. Entrambi i musicisti incidono per la etichetta Eclectic di Canterbury, specializzata in nuove produzioni (comprese quelle dei Caravan) e in ristampe di album del rock anni '70.

Jim Leverton-Bright New Way - Jim Leverton è conosciuto ai più per essere il bassista dei Caravan, uno dei gruppo storici del progressive inglese e tutt’oggi attivo. Ma con “Bright New Way”, recente album da solista di Leverton, scopriamo con piacere che il musicista è anche un bravo autore. Dai bassisti c’è sempre da aspettarsi di queste sorprese. Basti pensare all’esempio di Jack Bruce e dei suoi meravigliosi dischi da solista, ma di bassisti compositori potremmo citarne tanti, da Paul Mc. Cartney a Sting. Tutti con una vocazione innata per le belle melodie. Il disco di Leverton è in costante oscillazione tra il blues e il cantautorato, e dall’inizio alla fine suonato con attitudine swing e grande passione. Si comincia con la orecchiabile “I can’t win”, per proseguire poi con “You wew on my mind” in cui si scopre tra coloro che hanno partecipato al disco la presenza di un musicista di eccezione: Goeffrey Richardson. Violista e violinista dei Caravan, qui si destreggia con entrambi gli strumenti (nonché con violoncello, chitarra acustica e slide, mandolino, banjo, flauto e penny whistle ) dando prova di conoscere e saper sfruttare alla perfezione non solo i pattern di progressive ma anche quelli di blues, confermandosi con la sua inventiva e pulizia di suono uno dei migliori violinisti rock attivi. anche Leverton come polistrumentista si è dato da fare, suonando chitarra, basso, paino , tastiere e percussioni. Proseguendo nell’album troviamo la dolce e un po’ country My troubles be gone, e poi la divertente I couldn’t sleep thinking of Hank Williams, e ancora vari brani sempre intensi ed efficaci. Un bell’album che può fregiarsi dell’ecletticità che spesso artisti come Leverton quando incidono album da solisti possono concedersi.

ORKESTRA ZBYLENKA - L'OZ è una band comica composta da 4 elementi: Gilberto Tarocco (sax baritono, flauto, fisarmonica, voce), Sandro Di Pisa (chitarra elettrica, ukulele, voce, bassi), Fabio Koryu Calabrò (voce, percussioni, ukulele) e Giuseppe Boron (sax soprano e tenore, clarinetto, ukulele, percussioni e voce). Suonano insieme dal 1997, prima come Banda Ba$$alti, da cui nacque la Banda Brambilla e poi come OZ dal 2003.
L'OZ è una band trasformista e nasce dall'idea che la musica sia soprattutto messaggio e comunicazione e che più è contaminata e spuria e più si arricchisce e si migliora. Trovate qualche analogia con la società? Noi sì e ci ridiamo anche sopra.

I prossimi appuntamenti di
On The Road Festival 2006

Sabato 8 luglio Ore 11 – Palazzo Comunale
Presentazione del cd "Al di qua del poggio" di Marco Magistrali. Tratto da una ricerca etnomusicologica condotta dalla stesso Magistrali fra la popolazione anziana del Comune di Pelago
Ore 17 - Palazzo Comunale - “Anni 70”
Giornata di studi sulle culture alternative e sulla controcultura in Italia.Con Giordano Casiraghi (autore di “Anni 70-Generazione rock”- Editori Riuniti), Massimo Pirrotta, Stefano Pogelli, Ernesto De Pascale.
Ore 21.30 – Palco Centrale
Special guest: KEN NICOL solo set (Steeleye Span - Albion Band).
OFFICINA ZOE’ in concerto. L’Officina Zoe’sin dai primi anni’90 è stata parte attiva di quel movimento salentino di riscoperta della più antica forma di ritmo popolare che è la Pizzica-Pizzica.

Domenica 9 luglio - Ore 12 - Palazzo Comunale
Presentazione del libro ”Più colla compagni” (Memori Editore) di Piero Galletti e Maurizio Fabretti. Sono presenti gli autori.
Ore 18 – Palco Centrale
Cerimonia consegna Premi Comune di Pelago 2006 e concerto dei gruppi vincitori.
Ore 21.30 – Palco Centrale
YO YO MUNDI in concerto. Suonano una miscela di rock e canzone d’autore con forti influenze folk esaltate dalla presenza della fisarmonica,dal vivo sono trascinanti e di grande atmosfera.

BLUES CORNER (piazza della Repubblica)
Tutti i giorni dalle ore 18 a notte fonda. Blues Rock acustico, folk songs, world music:
Giovedì 6 luglio ore 22: Mr. Blues - Super Session + special guest
Venerdì 7 luglio ore 22: Geoff Richardson - Jim Leverton, acoustic set (Caravan)
Sabato 8 luglio ore 22: Circle Game (special Stefano Pogelli) + Lightshine in concerto

SPECIAL GUEST FUORI CONCORSO
Durante i quattro giorni del festival si esibiranno inoltre Soundit di Verona (6 e 7 luglio), Matilde Politi in “Canto tradizionale siciliano e Sefardite” (sabato 8 Luglio ore 18.30 - Pieve di S.Clemente - Pelago), Daniele Poli cantastorie one man band (6 e 7 Luglio), Alberto Cavallini (fischietti), Daniela & Marcello in “virtuosismo e poesia” (6-7-8 luglio piazza Ghibert, danze sul filo, violino- solista, danze acrobatiche con tango) e Fiati Sprecati.

BUSKER VINILE
Ad “On the Road Festival” torna il “Busker vinile”: esposizione e spazio dedicato al disco raro di Luca Doni. Settori dedicati all'etichetta inglese "Vertigo"; dalle 18, per tutta la durata del Festival, ascolti ed incontri su vinili rari ed etichette storiche.

Orari e Biglietti
Apertura cassa: dalle ore 18 nei giorni di giovedì 6 e venerdì 7 luglio. Sabato 8 dalle ore 16, domenica 9 luglio dalle ore 14.
Biglietto: giornaliero 8 euro, abbonamento festival 25 euro – prevendite Box Office – www.boxol.it

Informazioni e segreteria On The Road Festival
Tel. 0558327301 – www.comune.pelago.fi.it - e mail:cultura@comune.pelago.fi.it
Music Biz Cafe Summer: Covid e diritti, l'onda lunga della pandemia e i timori degli editori
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.