Edizioni BMG, nuove indiscrezioni sui candidati all'acquisto

Universal, EMI, Warner, Viacom (Mtv, Paramount) e l’ex editore Charles Koppelman, affiancato dalla finanziaria GTCR Golder Rauner, sono, secondo Tim Arango del New York Post, i cinque “finalisti” candidati all’acquisto delle edizioni musicali BMG messe in vendita dal gruppo Bertelsmann (vedi News). Le cinque aziende, scrive il giornalista del quotidiano newyorkese, sono tutte disposte a pagare almeno un miliardo e mezzo di dollari per una società che fattura circa 100 milioni all’anno. Chi la spunterà? Arango conferma le indiscrezioni che davano in Universal il concorrente più aggressivo e determinato (la sua offerta, secondo il Financial Times, tocca i 2 miliardi di dollari) ma aggiunge che la recente sentenza europea contro la fusione di Sony e BMG (vedi News) ha ridistribuito le carte in tavola diminuendo le probabilità delle major di condurre in porto l’operazione: “la vera domanda”, scrive il giornalista del Post, “è: avranno la pazienza, i tedeschi, di farsi trascinare in una rissa con gli organi antitrust?”.
A conclusioni diverse arriva il succitato Financial Times, che conferma i nomi di Universal e Warner tra quelli dei sopravvissuti a una prima scrematura che ha eliminato altri dieci concorrenti, vi aggiunge la banca d'affari BC Partners ma esclude Viacom accanto alla finanziaria Permira e alla cordata capeggiata dal ceo di BMG, Nick Firth.
In tanta incertezza, il dato sicuro è che stavolta Universal, Warner ed EMI non potranno sottostimare gli avvertimenti di Impala, l’associazione delle etichette indipendenti che ha messo i bastoni tra le ruote di Sony e BMG e che ha già annunciato pubblicamente la sua contrarietà a una vendita di BMG Music Publishing a un’altra major per gli stessi identici motivi: la concentrazione di potere “nel mercato delle edizioni, della sincronizzazione e del licensing on-line” che condizionerebbe anche “il funzionamento delle società degli autori”.
Dall'archivio di Rockol - Album italiani: le copertine più belle di sempre
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.