San Pietroburgo, il G8 promette lotta dura alla pirateria

San Pietroburgo, il G8 promette lotta dura alla pirateria
Con tutto quel che di grave succede nel mondo, al G8 di San Pietroburgo i potenti della terra hanno trovato modo di parlare anche di tutela del diritto d’autore, spinti dalle industrie del copyright (musica, cinema, audiovisivo, informatica) che temono di soccombere di fronte all’onda montante e piratesca capeggiata dai paesi emergenti, Cina e Russia in primo luogo.
Con un comunicato diramato domenica, 16 luglio, le delegazioni di stato e di governo delle otto nazioni hanno preso impegni formali in materia, promettendo di “dare priorità alla promozione e alla approvazione di leggi, regolamenti e procedure che rafforzino il rispetto della proprietà intellettuale” e alla lotta “contro le minacce della pirateria e della contraffazione”. Tra le prime reazioni positive alla dichiarazione di intenti del G8 si segnala quella del presidente dell’associazione dei discografici inglesi, Peter Jamieson, che prima del summit aveva invitato il ministro degli esteri britannico Margaret Beckett a sollevare l’attenzione di Putin sul caso del sito russo pirata allofsmp3.com, molto popolare anche nel resto d’Europa (vedi News). “In un mercato sempre più globale e con la crescita fenomenale di Internet”, ha commentato Jamieson, “è sempre più essenziale che l’applicazione delle leggi sul copyright avvenga su un piano internazionale. Per questo diamo il benvenuto alla presa di posizione dei paesi del G8 contro la pirateria e la contraffazione”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.