Bocciata dalla Corte europea la fusione tra Sony e Bertelsmann

La Corte europea di giustizia ha bocciato la fusione tra Sony e Bertelsmann (Bmg): a riferirlo è l'agenzia ANSA, che specifica come il tribunale di primo grado abbia emesso oggi una sentenza che - di fatto - annulla l'approvazione fornita della Commissione europea, due anni fa, al "merger" tra i due colossi discografici (vedi News). Sembra, pertanto, che i giudici abbiano accolto le istanze esposte dall'associazione Impala, rappresentante di oltre 2500 indie label europee, che aveva fatto ricorso - poco dopo l'approvazione della fusione - temendo che la nuova super-major potesse instaurare un pericolosolo monopolio nel mercato discografico del Vecchio Continente. Un portavoce della commissaria alla concorrenza ha spiegato come, al momento, il protocollo preveda un esame accurato della sentenza.
Dall'archivio di Rockol - 11 Artisti diventati famosi grazie ai video su Internet
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.