Mercato inglese: dopo sei anni risorge il singolo (grazie ai download)

Mercato inglese: dopo sei anni risorge il singolo (grazie ai download)
Dopo sei anni bui e di inesorabile declino, in Gran Bretagna torna di moda il “singolo”. Merito, ovviamente, dei download (legali) da Internet, ormai alla pari con le vendite di cd singoli “fisici” nei negozi e responsabili dell’innalzamento della domanda, 58 milioni di “pezzi” su base annua, ai suoi massimi livelli a partire dal 2000.
I dati appena pubblicati dalla BPI (British Phonographic Industry) spiegano che i file digitali scaricati a pagamento nei primi sei mesi dell’anno, 24,3 milioni, sono vicini per numero a quelli dell’intero 2005 (26,4 milioni), accumulandosi a un ritmo che sfiora ormai il milione di download a settimana; altrettanto significativo, per quanto più volte sottolineato dalla stampa di settore e non (vedi News), che il singolo più venduto degli ultimi tre mesi, “Crazy” dei Gnarls Barkley, sia arrivato al numero uno delle classifiche di vendita esclusivamente grazie ai download. Alle vendite di singoli, sottolinea la BPI, hanno dato una mano anche le numerose uscite legate ai Mondiali di calcio (soprattutto “World at your feet” degli Embrace) e il ricambio di nuovi talenti alimentato dall’industria britannica, evidente anche scorrendo le classifiche degli album dove gli artisti locali si accaparrano 52 posti nella Top 100 e 6 nella Top 10, con ben 3 debuttanti capaci di arrivare alle posizioni più altre (Shayne Ward al numero due, Kooks al numero cinque e Corinne Bailey Rae al numero nove; l’album più venduto del trimestre è tuttavia “Stadium arcadium” degli americani Red Hot Chili Peppers).
Grazie anche a questo innesto di forze fresche, il cd album continua a godere di buona salute in Gran Bretagna (sei trimestri degli ultimi sette si sono chiusi con un incremento sul periodo precedente). Intanto cominciano a diventare significativi anche i numeri dei download: 600 mila album “digitali” venduti tra aprile e giugno, quasi il 2 % del totale trimestrale, con alcuni best seller non disponibili nei canali di vendita tradizionali (“Acoustic extravaganza” di KT Tunstall e il mini “Live in London” di Richard Ashcroft).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.