Universal, un piano per salvare il cd

Universal, un piano per salvare il cd
La casa discografica numero uno al mondo ha un piano in mente per prolungare la vita del cd, reso ormai quasi obsoleto dal boom della musica digitale. L’idea, già sperimentata dalla stessa Universal e da etichette concorrenti, consiste essenzialmente nel differenziare i prodotti proposti al mercato per tipo di contenuto, confezione e prezzo, utilizzando tre configurazioni diverse: edizione deluxe a tiratura limitata, con cd o dvd “bonus” aggiunto, per le uscite degli artisti più importanti (al prezzo al pubblico suggerito di 19,99 euro); compact disc versione standard per tutte le novità discografiche, adottando però un nuovo tipo di involucro in plastica, la “Super Jewel Box”, più solida e resistente (i cui maggiori costi di produzione saranno assorbiti per intero dalla casa discografica senza riflettersi sul prezzo di vendita ai consumatori: 14,99 euro); versione “basic” per gli album di catalogo, con packaging economico e ridotto all’osso come avviene nei libri tascabili delle collane economiche (9,99 euro).
La distribuzione nei negozi della nuova gamma di cd è prevista in tutta Europa dal mese di settembre cominciando con i nuovi album di Scissor Sisters, The Killers e Fergie dei Black Eyed Peas; durante i primi dodici mesi, Universal conta di mettere in circolazione oltre 100 milioni di album nella nuova confezione Super Jewel Box. “Mentre il business digitale continua ad accelerare”, ha spiegato il presidente di Universal Music Group International Lucian Grainge, “è arrivato anche il momento di migliorare la nostra offerta sul fronte dei cd, e a prezzi invariati per i consumatori. Abbiamo ascoltato i loro punti di vista e le loro richieste, e abbiamo deciso di offrirgli più opzioni di acquisto che in passato”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.