I discografici portano in tribunale Yahoo! China e allofsmp3 (Russia)

I discografici portano in tribunale Yahoo! China e allofsmp3 (Russia)
E’ tempo di mobilitazione internazionale, contro le nazioni leader nel campo della pirateria musicale. L’IFPI, organizzazione mondiale dell’industria discografica, ha deciso di ricorrere alle vie legali per proteggersi dall’operato del portale cinese di Yahoo!, colpevole a suo modo di vedere di connivenza con i numerosi siti illegali che operano nel paese, facilmente raggiungibili dagli utenti attraverso i link forniti dal suo motore di ricerca mp3. John Kennedy, presidente dell’associazione, ha rivelato a Bloomberg.com che la vertenza legale sembra lo sbocco più probabile, anche se con Yahoo! China sono ancora in corso negoziazioni private finalizzate a evitare la causa in tribunale: quest’ultima farebbe seguito a quella, tuttora pendente, che la stessa IFPI aveva intentato l’anno scorso contro il motore di ricerca Baidu.
In Gran Bretagna, nel frattempo, l’Alta Corte di Giustizia ha autorizzato l’associazione locale dei discografici, BPI, a portare in tribunale il noto sito russo di download allofmp3.com, da tempo nel mirino dell’industria (vedi News): benché quest’ultimo abbia sede all’estero, l’azione legale sarebbe consentita dal fatto che allofsmp3.com viola la legge inglese mettendo a disposizione dei cittadini britannici file musicali scaricabili senza l’autorizzazione dei detentori dei diritti, etichette e artisti interpreti.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.