Addio a Irving Green, cofondatore della Mercury Records

E’ scomparso a 90 anni, per cause naturali, l'ex discografico americano Irving Green, cofondatore della Mercury Records. L’etichetta, da lui creata nel 1945 assieme a Berle Adams e Arthur Talmadge, fu una delle prime a oltrepassare le barriere razziali che negli Stati Uniti separavano il mercato pop bianco dai cosiddetti “race records”, pubblicando dischi di artisti come Sarah Vaughan, Dinah Washington e Platters e portando in testa alle classifiche, nel 1964, "Hello Dolly" di Louis Armstrong; lo stesso anno fu anche la prima casa discografica "bianca" a ingaggare come dirigente un uomo di colore, il produttore e arrangiatore Quincy Jones.
Dopo la vendita del marchio alla PolyGram, avvenuta a metà degli anni ’70, Green si dedicò al mercato edilizio e immobiliare, prima in Iran e poi, dopo la rivoluzione khomeinista, concentrando la sua attività nella ricca area californiana di Palm Springs. Dopo la fusione tra PolyGram e Universal la Mercury passò in proprietà a quest’ultima, che ne utilizza tuttora il marchio per le pubblicazioni di artisti come Elton John, Mark Knopfler, Def Leppard e di giovani emergenti come JoJo e Robert Post.
Dall'archivio di Rockol - 1991, l'ultimo anno d'oro del rock
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.