Continua la crisi Sanctuary: male i dischi, meglio il live e il merchandising

Ancora tempi grami per la numero uno delle indie inglesi, afflitta da gravi e strutturali problemi finanziari (vedi News): l’anno fiscale chiuso al 31 marzo scorso, è stato preannunciato dalla società, si è chiuso con un passivo compreso tra i 17 e i 22 milioni di sterline, complici costi di ristrutturazione superiori alle aspettative e difficoltà perduranti nel settore della musica registrata e della vendita di dischi. Note più positive arrivano dalle divisioni che si occupano di merchandising e di musica dal vivo, mentre il nuovo amministratore delegato Frank Presland (vedi News) professa ottimismo per il futuro: “Da quel che ho visto nel mese scarso che sono stato in carica il nostro business potrà riprendere a prosperare, a patto di fare i conti con le nuove realtà". "Mi impegnerò a fondo", ha aggiunto Presland, "per portare i risultati societari a un livello appropriato”.
Dall'archivio di Rockol - Music Biz Cafe, parla Gaetano Blandini (SIAE)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.