In tribunale il ladro che ha tentato di estorcere 1 milione di dollari a J.Lo

In tribunale il ladro che ha tentato di estorcere 1 milione di dollari a J.Lo
Lui credeva d'essere in contatto con un rappresentante di Jennifer Lopez e di suo marito Marc Anthony, ma in realtà il presunto emissario era un detective in borghese. E così è stato incastrato. E' finito in tribunale l'uomo, Tito Moses di 31 anni, che aveva cercato d'estorcere 1 milione di dollari alla coppia. Moses aveva rubato la Cadillac Escalade dei due nello scorso ottobre a Linden, New Jersey, e nell'auto aveva rinvenuto il computer portatile di Anthony sul quale il marito di J.Lo aveva salvato una copia del video del matrimonio dei due, svoltosi nel giugno 2004. Con un complice, Moses aveva tentato di rivenderlo alla coppia per la somma di 1 milione di dollari: ma il detective è stato più furbo e l'ha arrestato. Il ladro d'auto (e laptop) è apparso davanti alla Supreme Court di Manhattan; il giudice Bonnie Wittner ha rimandato il processo al prossimo 27 ottobre, quando probabilmente condannerà Moses ad una pena che potrebbe arrivare fino a 3 anni di reclusione.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.