Ristampe: tornano i Boston, re del rock melodico anni '70

Chitarre sciabolanti, fiumi di tastiere, tonsille d’acciaio, melodie da cantare a squarciagola e un suono che sembrava fatto apposta per la radio e per l’automobile: sono i Boston della celeberrima “More than a feeling” e di tanti altri successi “AOR” (Album Oriented Rock) degli anni ’70, appena tornati negli scaffali dei negozi con le ristampe deluxe dei primi due album, “Boston” (17 milioni di copie vendute in Nord America: record ineguagliato per un disco di debutto) e “Don’t look back”, usciti originariamente nel 1976 e nel 1978. Della rimasterizzazione si è preso cura personalmente l’ex leader della band, il chitarrista e produttore Tom Scholz, che ha messo mano per la prima volta ai nastri originali e scritto per l’occasione nuove note di copertina. I due cd includono anche foto inedite e sono alloggiati in belle confezioni digipack: interesseranno non solo ai nostalgici ma anche a chi voglia capire da dove ha preso forma certo “power pop” dei decenni successivi.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.